Vuoi creare un sito WordPress o ne hai già uno? Inizia da qui

WordPress è un ottimo strumento con il quale costruire il sito per la tua azienda o per promuovere la tua attività. Puoi usarlo sia per realizzare l’intero sito, oppure solo per gestire il blog o creare landing page.

WordPress è un CMS (Content Management System) molto flessibile che ti consente di creare, modificare e gestire i contenuti e l’aspetto del tuo sito in modo facile ed efficiente.

Inoltre, aspetto molto importante, con WordPress hai il pieno controllo della tua piattaforma. Questo ti consente maggiori possibilità di personalizzazione, che non sono possibili quando operi “in affitto” sulla piattaforma di qualcun altro.

Su questo sito ho pubblicato centinaia di articoli, tutorial, guide e recensioni relativi a WordPress. Alcuni sono rivolti a chi si avvicina a questo strumento, mentre altri a chi ha maggiore esperienza. In questa pagina voglio quindi fornirti diversi percorsi, per aiutarti a trovare quello che può esserti utile.

Se sei all’inizio

Sul sito trovi 2 risorse utili per iniziare: un corso gratuito su come creare un sito con WordPress e le risposte alle domande più frequenti su WordPress.

Se hai in programma di creare il tuo sito, il primo passo riguarda la scelta dell’hosting, ossia del servizio necessario per ospitare il tuo sito. Qui trovi una guida su come installare WordPress.

Po, dovrai scegliere un tema che ti permetterà di definire l’aspetto grafico del tuo sito. Questa è una scelta fondamentale. Purtroppo non esiste un tema migliore in assoluto e adatto a tutte le situazioni. Ho realizzato un video per fornirti una panoramica delle principali tipologie di tema per WordPress.
Io mi trovo molto bene con il tema GeneratePress. È leggero, facile da modificare e permette di creare siti molto snelli con pagine che si caricano velocemente.

Qui trovi anche una check list con i controlli da fare prima di pubblicare il tuo sito e qui i plugin consigliati per mettere il sito in manutenzione durante la sua costruzione.

Per imparare a gestire i contenuti

Una volta scelto l’hosting e il tema, il passo successivo è l’inserimento e la gestione dei contenuti sul tuo sito. Puoi partire dalla scelta se impostare una home page personalizzata lasciare il blog come tua home page.

È importante poi capire come organizzare gli articoli con tag e categorie e imparare a utilizzare l’editor a blocchi di WordPress, chiamato Gutenberg.

Per aggiungere nuove funzionalità a questo editor, esistono numerosi plugin specifici per Gutenberg.

Gestire immagini e video

Oltre ai contenuti testuali, con WordPress è molto semplice inserire anche immagini e video all’interno di pagine e articoli.

Ho preparato una serie di consigli su come ritagliare le immagini, come ottimizzarle, come sostituirle e ottimizzarle per i motori di ricerca.

Ti segnalo inoltre alcuni plugin che ti permettono di gestire l’archivio delle immagini caricate sul tuo sito.

Non mancano poi le soluzioni per creare gallerie fotografiche o slider.

Passiamo ora ai video. Come prima cosa, ti sconsiglio di caricare i video direttamente sul server che ospita il tuo sito.

Dove caricarli? Qui trovi alcune soluzioni e anche un paio di player video che ti permettono di personalizzare l’aspetto dei video inseriti nelle pagine del tuo sito.

Plugin utili

I plugin sono quegli “accessori” che hanno reso WordPress così popolare e flessibile. Vanno scelti con cura e senza esagerare nella quantità. Per una prima panoramica, qui trovi un elenco dei migliori plugin che ho selezionato, divisi per categoria.

Trovi anche articoli dedicati ai plugin SEO e al miglior plugin per creare form su WordPress.

Un altro strumento da non dimenticare è un plugin per il backup, indispensabile per evitare brutte sorprese e avere sempre una copia di riserva del proprio sito.

Page builder per WP: si o no?

I page builder (o visual builder) sono quei plugin che hanno reso semplice, e alla portata di tutti, la creazione di siti e landing page, anche alle persone che non hanno familiarità con linguaggi come HTML, CSS, JavaScript e PHP.

Alcuni page builder per WordPress come Elementor, Thrive Architect, Divi, Beaver Builder e Breakdance sono rivolti soprattutto agli utenti finali e possono essere adatti anche a persone meno esperte.
Altri come Oxygen, Bricks e Cwicly, sono più indicati a un pubblico con maggiore esperienza e in grado di comprendere la struttura di una pagina web e il significato dei vari tag HTML e delle regole CSS.

Misurare il traffico sul sito

Tenendo sempre presente il GDPR e la normativa relativa ai cookie, è un’esigenza piuttosto comune quella di misurare e analizzare il traffico sul proprio sito.

Google Analytics, il servizio offerto gratuitamente da Google è spesso la soluzione più utilizzata per questa esigenza. Qui ti spiego come installare Google Analytics 4 sul tuo sito e qui ti segnalo anche alcune soluzioni alternative. L’utilizzo di strumenti alternativi a Google Analytics per tracciare il traffico ti permette di semplificare la gestione degli aspetti legati alla conformità al GDPR.

Oltre ad Analytics, anche la verifica del proprio sito su Google Search Console è un’operazione consigliata da effettuare dopo aver messo online il proprio sito. Qui ti spiego come fare.

Tutorial per creare un sito WordPress

Tutorial per gestire un sito WordPress