Elementor page builder per WordPress: come funziona, i pro e i contro

Scritto da Tiziano Fogliata
Aggiornato il

Il page builder Elementor, è uno dei plugin più popolari per WordPress. L’elevato numero di funzionalità (anche nella versione gratuita), la sua facilità d’uso, la gran quantità di template già pronti lo hanno reso lo strumento prediletto da molte persone per la creazione di siti e landing page su WordPress.

A cosa serve Elementor?

Elementor nasce come un page builder, ossia uno strumento pensato per creare delle singole pagine. Come per altri page builder, con Elementor puoi partire da una pagina bianca e trascinare, tramite drag and drop, i vari elementi che ti servono per la costruzione della pagina, potendo gestire con un unico strumento sia i contenuti sia la personalizzazione grafica.

Iniziando a lavorare su una pagina vuota, con Elementor puoi creare una sezione, definire il numero di colonne che ti servono in quella sezione, e poi trascinare i vari contenuti che vuoi inserire nella pagina: intestazioni, paragrafi di testo, video, immagini, bottoni, icone, gallerie fotografiche, caroselli di immagini e molte altre tipologie di contenuti, che su Elementor si chiamano widget.

Sezioni, colonne e widget sono i 3 ingredienti principali che devi imparare a conoscere per lavorare con Elementor.

Sezione, colonna e widget di Elementor
Gestire i contenuti di una pagina con Elementor

La versione gratuita di Elementor permette di usarlo solo come page builder, mentre la versione a pagamento estende le funzionalità di questo strumento permettendogli di gestire l’intero tema di un sito WordPress.

È con la versione Pro che Elementor da page builder, si trasforma in theme builder. Qui puoi trovare un articolo specifico sul Theme Builder di Elementor.

Utilizzandolo come page builder sei limitato alla possibilità di intervenire sulle singole pagine. Come theme builder puoi invece sfruttarlo per la creazione di quegli elementi comuni a tutte le pagine del sito, come la testata, il piè di pagina, le pagine degli archivi…

Volendo fare una sorta di metafora, con il page builder è come se ti limitassi a decorare e arredare una singola stanza. Con il theme builder puoi costruire la casa.

Elementor è facile da usare?

Questo page builder permette anche agli utenti meno esperti di ottenere risultati incredibili. Il fatto che però risulti semplice o complesso da utilizzare dipende molto dalla tua esperienza.

Con Elementor non è necessario essere dei programmatori o avere anni di esperienza nel web design per creare un sito. Però è fondamentale sapere quello che si sta facendo.

Un conto è creare una singola landing page partendo da un template di Elementor e andando a modificare solo i contenuti di quel template. In questo caso parti da una pagina graficamente ben fatta e ti limiti a modificare i testi e le immagini. In pratica un lavoro che può fare chiunque con qualche ora di pratica.

Tutt’altro discorso e usare Elementor per creare da zero l’intero tema di un sito. In questo caso, se non hai la minima idea di come è strutturata una pagina web, non hai chiari i concetti di header e footer, non sai la differenza tra il template di un archivio e quello di un singolo post, allora potresti fare un po’ di fatica.

Non avere la benché minima esperienza nella creazione di una sito o di una pagina web può rappresentare un problema anche nell’utilizzo di uno strumento, relativamente semplice come Elementor.

Se non hai mai gestito un sito, non hai particolari competenze tecniche e non ti consideri particolarmente abile nell’uso del computer, probabilmente avrai qualche difficoltà, almeno all’inizio nell’usare Elementor.

Prima di buttarti su Elementor, il mio consiglio è quello di imparare prima le basi di WordPress. Cerca di capire come creare pagine e articoli, come impostare un menu, cosa sono i tag e le categorie.

Se usi Elementor ti serve un tema WordPress?

Per chi si avvicina per la prima volta a WordPress e a Elementor, non è facile comprendere immediatamente la differenza tra il tema e il plugin. Riuscire a individuare dove intervenire per effettuare delle modifiche al proprio sito rischia quindi di far sorgere dubbi amletici ;)

Elementor è uno strumento (un plugin per la precisione) che, soprattutto nella sua versione Pro, permette di costruire un intero sito quasi fregandosene del tema installato su WordPress.

Il team di sviluppo di Elementor ha reso disponibile il tema Hello Elementor che è un tema pensato proprio per questo scopo, ossia permettere l’utilizzo di Elementor per la creazione dell’intero sito. Si tratta di un tema che, da solo, non ha alcun senso, ma giustifica la sua installazione solo se utilizzato con Elementor.

Questo non significa che Hello sia l’unico tema adatto per creare un sito con Elementor. Temi come GeneratePress oppure Astra sono infatti più che adatti e inoltre non obbligano a usare questo page builder per tutti gli aspetti del sito.

Utilizzare temi come GeneratePress e Astra, per il tuo sito, ti permette di partire con un tema leggero, flessibile e personalizzabile e, volendo, potresti poi usare Elementor per creare qualche pagina specifica di quel sito. Senza però doverlo costruire completamente da zero con Elementor.

Usare Elementor per creare landing page

Se la tua esigenza riguarda in particolare la creazione di landing page, Elementor può essere una soluzione valida in molti casi, dato che offre una serie di indiscutibili vantaggi:

  • ti permette di lavorare sui contenuti e il layout della pagina in piena autonomia, anche se non sei uno sviluppatore o un web designer;
  • ti fornisce tutte le funzioni (soprattutto nella versione Pro) per realizzare moduli di contatto che puoi facilmente collegare ai principali servizi di email marketing;
  • rende facilmente accessibili con pochi clic, effetti grafici che richiederebbero una buona conoscenza di CSS e JavaScript per essere realizzati.
  • può evitarti di installare una miriade di diversi plugin perché concentra molte funzionalità in un unico strumento.

Sia ben chiaro, anche l’editor di WordPress permette di creare landing page, ma con Elementor è molto più facile realizzare questo tipo di pagine.

Con la versione 3.1, su Elementor è stata introdotta la possibilità di abilitare una nuova e comodissima sezione dedicata alla creazione di landing page.

In questo modo, le landing page che vai a creare con Elementor non sono inserite all’interno della sezione Pagine di WordPress, ma le puoi trovare in una sezione dedicata nell’area dei template di Elementor.

Per attivare questa funzionalità è necessario abilitarla tra gli esperimenti di Elementor. È sufficiente andare in Elementor -> Impostazioni -> Experiments del tuo sito WordPress sul quale è installato e attivato Elementor e abilitare la funzione denominata “Landing Pages”.

Come attivare la funzionalità Landing Pages negli Esperimenti di Elementor
Come attivare la funzionalità Landing Pages negli Esperimenti di Elementor

In questo video puoi vedere come attivare e utilizzare questa funzionalità:

Gli Esperimenti e il nuovo modo di creare Landing Page con Elementor

Gli Esperimenti e il nuovo modo di creare Landing Page con Elementor

La nuova sezione Landing Pages è utilizzabile sia con la versione base gratuita di Elementor, ma è solo con la versione Pro di Elementor che hai accesso a un’ampia raccolta di template già pronti che puoi usare come base di partenza per le tue landing page.

Alcuni dei template specifici per landing page di Elementor
Alcuni dei template specifici per landing page di Elementor

Inoltre è sempre e solo con la versione a pagamento di Elementor che puoi utilizzare i widget più utili per la creazione di una landing:

  • quello per i inserire moduli di iscrizione che puoi agganciare ai vari servizi di email marketing come ActiveCampaign, MailChimp, MailerLite…
  • i titoli animati per rendere ancora più accattivanti le tue pagine;
  • i moduli per creare call to action;
  • le tabelle per i prezzi;
  • il conto alla rovescia;
  • il widget per le recensioni e quello per il carosello delle testimonianze

…e molti altri ancora.

I widget aggiuntivi disponibili con Elementor Pro
I widget aggiuntivi disponibili con Elementor Pro

Un grande vantaggio offerto da questa funzionalità è quello di evitare la confusione nella sezione Pagine di un sito WordPress.

Come infatti ho segnalato nell’articolo dedicato all’importanza delle convenzioni nei nomi da assegnare, ci vuole davvero poco a rendere confusa e poco gestibile la sezione delle pagine.

Disporre di due aree separate per le pagine cosiddette “normali” del sito e per le landing può semplificare molto la gestione del sito e la creazione di landing page e funnel su WordPress con Elementor.

Uno sguardo alle varie funzionalità di Elementor

Con il rilascio di ogni versione, Elementor introduce nuove funzionalità al page builder. Gli sviluppatori di questo plugin sono molto attenti alle mode e alle tendenze. Infatti Elementor dispone di molte funzionalità per applicare “effetti speciali” e animazioni ai contenuti di una pagina web. In alcuni casi questa corsa alle novità pregiudica un po’ la stabilità dello strumento.

Questo significa che, a volte, può capitare di avere qualche problema temporaneo, soprattutto in occasione degli aggiornamenti.

Qui di seguito, in questo articolo, ho elencato molte delle funzionalità presenti su Elementor e alcuni consigli per sfruttare questo strumento nel modo migliore, risparmiando tempo ed evitando errori.

Ampia scelta di template disponibili

Elementor offre più di 200 template già pronti per pagine, landing page, popup e sezioni, da utilizzare per creare velocemente parti di un sito o interi siti. Questa scelta è ancora più ampia se si considera che, anche temi come Astra e GeneratePress, offrono una quantità di template di siti già pronti che sfruttano Elementor come page builder.

L’ampia disponibilità di template è utile soprattutto per gli utenti alle prime armi, che così hanno a disposizione diverse soluzioni da sfruttare come base di partenza.

Se sei alla tua prima esperienza nella creazione di un sito, iniziare con un template di permette di evitare molti degli errori più comuni.

Form su Elementor

Elementor, nella versione Pro, dispone di un comodo strumento per la creazione di moduli.

È possibile inserire una gran varietà di campi all’interno di questi moduli e impostare diverse azioni successive alla compilazione. Puoi ad esempio ricevere via email il contenuto del modulo, oppure collegarlo a uno dei numerosi servizi di email marketing supportati da Elementor: Aweber, MailChimp, Drip, ActiveCampaign, ConvertKit, HubSpot, GetResponse, MailerLite, MailPoet, Automizy, SendInBlue ma anche Zapier.

Creazione di un modulo con Elementor Pro
Creazione di un modulo con Elementor Pro

In una delle ultime versioni di Elementor Pro è stata introdotta la possibilità di creare moduli multi step. Questa funzionalità ti permette di suddividere tutti i campi presenti in un modulo su più schermate, evitando quindi che una lunga serie di campi da compilare sia visualizzata tutta insieme.

Questo consente di ridurre il carico cognitivo, mostrando ai tuoi visitatori poche richieste alla volta, anziché una lunga lista di campi vuoti che richiedono la compilazione. Nel video sottostante ti mostro come funzionano questi nuovi moduli.

Form multi step e Animazioni Lottie con Elementor

Form multi step e Animazioni Lottie con Elementor

Lo strumento per la creazione di form su Elementor non è potente e flessibile come alcuni dei migliori plugin specifici per la creazione di moduli su WordPress, come ad esempio Gravity Forms o Fluent Forms. Con i form creati con Elementor non hai la possibilità di gestire la logica condizionale e nemmeno integrare sistemi di pagamento, come è invece possibile fare con i due plugin che ho menzionato.

Ha però il vantaggio di essere perfettamente integrato con il page builder, permettendo quindi un elevato grado di personalizzazione estetica dei moduli.

Creare popup con Elementor

Un’altra funzionalità presente nelle versioni Pro di Elementor riguarda la creazione di popup.

È possibile creare non solo i classici popup utilizzati per favorire l’iscrizione a una newsletter, ma anche barre da mostrare in alto o in basso, oppure slide-in che compaiono negli angoli in basso di una pagina.

Si possono definire regole su dove e quando far apparire questi popup. Puoi sia far comparire popup in automatico, sia attivarli quando l’utente clicca su un link o su un pulsante.

Alcuni dei template disponibili per i popup con Elementor
Alcuni dei template disponibili su Elementor per i popup

Ho anche realizzato un video tutorial specifico dedicato a come creare popup con Elementor Pro e uno dove ti spiego come poter realizzare popup anche se usi la versione gratuita di Elementor.

Elementor quindi, soprattutto nella versione Pro, si conferma uno strumento molto ricco di funzionalità. Questo ti permette di gestire molti aspetti del tuo sito senza dover installare tanti plugin differenti.

Siti e pagine responsive

Una delle grandi comodità offerte da uno strumento come Elementor è quella di permetterti di realizzare pagine responsive, ossia che si adattano perfettamente a essere visualizzate sui vari dispositivi: pc desktop e notebook, tablet e smartphone.

Quando modifichi un widget, una colonna o una sezione con Elementor, per molti aspetti hai la possibilità di definire regole diverse in base alla larghezza della finestra nella quale sarà visualizzata la pagina.

In questo modo puoi fare in modo che, ad esempio per un titolo, sia usata una dimensione di 22 pixel per il font quando viene visualizzato su smartphone, di 28 pixel quando viene visualizzato su tablet e di 36 pixel su desktop. Questo ti permette di adattare in modo molto preciso l’aspetto dei contenuti del tuo sito sui vari dispositivi.

Gestione della modalità responsive con Elementor

Come per molte altre attività che riguardano la creazione di siti e pagine web, anche in questo caso è utile avere almeno un minimo di esperienza per sapere come è strutturata una pagina web e che cosa comporta gestire i vari breakpoint, ossia i punti nei quali scattano le regole per desktop, tablet e dispositivi mobili.

Siti e-commerce con WooCommerce ed Elementor Pro

Con la versione Pro di questo page builder è possibile personalizzare l’aspetto di un sito e-commerce basato sul plugin WooCommerce, la soluzione più usata per vendere prodotti con WordPress.

Sfruttando i widget messi a disposizione da Elementor puoi creare pagine di prodotto e le varie sezioni di un sito e-commerce, superando le limitazioni del tuo tema e senza dover effettuare interventi sul codice. Questo, a volte, per semplici siti e-commerce può essere sufficiente.

Considera però che un sito e-commerce con WordPress è molto più complesso rispetto a un semplice sito o blog.

Se disponi di un discreto livello di competenze tecniche e soprattutto se hai una forte passione che ti porta a dedicare molto tempo per capire come funzionano le cose, allora potresti anche divertirti a creare e gestire il tuo sito e-commerce con WordPress e WooCommerce.

Se la tua priorità è avere una soluzione e-commerce facile da usare e che non ti dia preoccupazioni, allora ti suggerisco:

  • o di rivolgerti a un professionista o un’agenzia per la creazione dell’e-commerce;
  • oppure di considerare l’utilizzo di soluzioni come Shopify, che sono molto più facili da usare e ti liberano dalla maggior parte delle incombenze inerenti alla gestione tecnica del sito.

Ti dico questo perché altrimenti potresti dover passare il tempo a risolvere i problemi del tuo sito anziché concentrarti sulla vendita e la promozione dei tuoi prodotti.

L’installazione di WordPress, di WooCommerce e di Elementor è molto semplice e in poco tempo ti sembrerà facilissimo aver creato il tuo sito. Ma è quando si tratta di sistemare i dettagli che le cose possono complicarsi.

Elementor permette di applicare stili globali ai vari elementi del sito

Il Theme Style di Elementor permette di impostare delle regole generali applicate su tutto il sito per definire l’aspetto dei vari tag HTML presenti in una pagina Web. Ad esempio il font e il colore usato per i caratteri del sito, per le intestazioni, il colore e il bordo dei pulsanti…

Questo consente di applicare lo stesso stile ai vari elementi senza dover intervenire singolarmente su ogni elemento. È inoltre possibile definire tutti gli stili che ti servono restando all’interno dell’interfaccia di Elementor.

Sia che tu voglia utilizzare le impostazioni predefinite del tuo tema, sia che voglia sfruttare il nuovo Theme Style di Elementor, c’è un’operazione che devi fare. Devi disattivare i colori e i font predefiniti di Elementor.

Per farlo devi andare nella sezione Elementor -> Impostazioni -> Generale del tuo sito e attivare le due opzioni presenti, come ti mostro nell’immagine sottostante:

Disattivare i colori e i font predefiniti di Elementor

Il Theme Style di Elementor è accessibile ogni volta che utilizzi Elementor, cliccando sull’icona presente in alto a sinistra nella barra degli strumenti di Elementor. Da qui è possibile accedere a tutte le opzioni del Theme Style.

Elementor Theme Style

Attraverso il Theme Style puoi impostare le regole per lo sfondo delle pagine, la tipografia da usare per il corpo del testo e tutte le intestazioni, le regole per i bottoni e quelle per i vari campi dei moduli. Inoltre puoi anche decidere le regole predefinite per quel che riguarda le immagini.

Una sezione del Theme Style di Elementor

Animazioni Lottie per rendere ancora più dinamiche le tue pagine

Un’ulteriore funzione messa a disposizione con questo page builder sono le animazioni Lottie, che puoi inserire nelle tue pagine grazie al nuovo widget Lottie.

Questa animazioni sono create con Adobe After Effects e poi convertite in file JSON per poter essere utilizzate sul web (e non solo) sotto forma di elemento SVG o Canvas. Hanno il vantaggio di essere molto più leggere rispetto ai file video e alle GIF animate. Inoltre sono nitidissime a qualsiasi risoluzione, essendo vettoriali. Qui trovi una serie di animazioni Lottie che puoi scaricare per usare con Elementor (alcune sono disponibili gratuitamente e altre solo a pagamento).

Non tutte le funzionalità introdotte da Elementor ha una funzione puramente estetica. In una delle ultime versioni è infatti stata aggiunta la possibilità di definire attributi personalizzati per i link.

Questo significa che, per i link, è possibile sfruttare attributi come il rel=”sponsored e il rel=”ugc” annunciati da Google a settembre 2019. Questi attributi consentono di comunicare a Google i link sponsorizzati (come le affiliazioni ad esempio) e i link relativi a contenuti generati dagli utenti (UGC è l’acronimo di User Generated Content). Tali attributi devono essere inseriti così rel|sponsored o rel|ugc nel campo “Custom Attributes” su Elementor.

Attributi sponsored e ugc nei link su Elementor

Un altro utilizzo pratico relativo agli attributi sui link è l’attributo download. Questo attributo ti consente di rendere immediatamente scaricabile un file quando l’utente clicca su un link (link che punta a quel file ovviamente). Ad esempio, nel caso di un file PDF, applicare l’attributo download fa sì che il file venga scaricato sul computer del visitatore anziché visualizzato in una finestra del browser. Tale attributo deve essere inserito così download|true nel campo “Custom Attributes” su Elementor.

Attributo download sui link
Attributo download|true aggiunto per rendere immediatamente scaricabile un file

Inserire un indice dei contenuti all’interno di una pagina

Elementor Pro mette a disposizione un widget chiamato “Tabella dei contenuti”. Si tratta di un elemento che è possibile aggiungere all’interno di pagine e articoli per generare automaticamente un sommario che rimanda a tutte le principali sezioni della pagina. Questo sommario è generato utilizzando le varie intestazioni (i tag da H1 a H6) presenti nella pagina.

Tabella dei contenuti Elementor Pro

Come nello stile che contraddistingue tutti i widget di Elementor, anche in questo caso sono numerose le opzioni di personalizzazione di questo widget.

Allineare più facilmente i contenuti nelle colonne con Flexbox

Grazie al supporto al modello di layout CSS Flexbox, con Elementor è molto semplice gestire gli allineamenti all’interno di sezioni e colonne. In questo modo, oltre alla facilità d’uso, hai a disposizione molte alternative per soddisfare le tue esigenze.

In questo video ti mostro qualche esempio di quello che è possibile fare con Elementor per quel che riguarda gli allineamenti.

Posizionare e allineare i contenuti con Elementor grazie a Flexbox

Posizionare e allineare i contenuti con Elementor grazie a Flexbox

Muoversi facilmente tra le varie sezioni di una pagina con il Navigatore

Sia che si tratti della home page del tuo sito o di una landing page dedicata alla promozione di un prodotto, di un servizio, di un corso o di un webinar, con il navigatore di Elementor è ancora più rapido mettere mano a tutti gli elementi di una pagina.

Guarda il video per scoprire di cosa si tratta nel dettaglio:

Copia e incolla degli stili tra sezioni, colonne e widget di Elementor

Il copia e incolla degli stili è disponibile sia nella versione gratuita sia in quella a pagamento del plugin. Questa funzione ti consente di copiare facilmente gli stili tra i vari moduli di una pagina. Non dovrai più quindi applicare manualmente tutte le modifiche a ogni singolo elemento, ma ti basterà fare il copia e incolla dello stile.

Con questa funzione è anche possibile copiare e incollare sezioni, colonne e widget anche tra pagine diverse.

Nel video sottostante puoi vedere in dettaglio queste nuove funzioni. In pochi minuti ti renderai subito conto di quanto sono comode.

In pratica, ogni volta che vai a modificare il colore, uno sfondo o le dimensioni di un carattere, ora potrai facilmente replicare tali modifiche anche su altri moduli, senza dover più entrare singolarmente nelle impostazioni di ognuno.

Come avevo già accennato nel confronto tra Elementor, Beaver Builder e Divi, una delle funzionalità che ho sempre trovato comodo di Divi era proprio il copia & incolla degli stili. Questa funzionalità è disponibile anche su Elementor.

Ampia disponibilità di addon, plugin ed estensioni per ampliare le funzionalità di Elementor

Essendo un page builder molto diffuso, per Elementor esiste un ricco ecosistema di soluzioni che permettono di moltiplicare la capacità di questo strumento. Con tutti i pro e i contro che ne derivano.

Elementor permette di fare molte cose e, in molti casi, è anche possibile realizzare un sito utilizzando solo Elementor e altri 2 o 3 plugin per le esigenze base.

Durante la vita di un sito però, possono nascere nuove esigenze, e non sempre Elementor è in grado di soddisfarle con le funzionalità di cui dispone.

Ad esempio, se le 4 o 5 modalità con le quali è possibile visualizzare l’elenco degli articoli non ti piacciono, è possibile installare plugin aggiuntivi che ti mettono a disposizione altri layout.

Oppure potresti avere bisogno di inserire qualcosa che non è previsto nei widget di Elementor. Ecco quindi la necessità di installare un plugin per aggiungere altri widget e avere quindi più strumenti a tua disposizione.

Per queste esigenze sono disponibili soluzioni come:

Considerando che Elementor è una soluzione rivolta soprattutto alle persone che non sanno, o non vogliono, mettere mano al codice del sito per effettuare interventi e modifiche, i vari plugin aggiuntivi per Elementor vanno a soddisfare questa domanda.

Elementor: pro e contro di questo page builder

È innegabile che uno strumento come questo è comodo e permette anche a chi è sprovvisto delle necessarie competenze tecniche, di poter creare siti e landing page. Come hai potuto vedere sono moltissime le funzionalità offerte da Elementor, sia nella versione gratuita, ma soprattutto in quella Pro.

È difficile dare un giudizio perentorio sul fatto che Elementor sia o meno uno strumento valido da usare per il proprio sito WordPress.

Anche perché su Elementor, e sui page builder in generale, ci sono opinioni discordanti e spesso inconciliabili.

Chiedersi se Elementor sia il miglior strumento per creare siti web, è una domanda che ha poco senso. Migliore per chi? Per creare quale tipo di sito? La risposta dipende da molti altri fattori.

Ad esempio:

  • hai il tempo e la voglia di imparare da zero HTML, CSS, JavaScript e PHP e applicare queste conoscenze per apprendere come realizzare un tema per WordPress?
  • hai il budget per rivolgerti a un’agenzia o un professionista e affidarti a loro per la realizzazione del sito (e rivolgerti sempre a loro per ogni eventuale modifica)?

Se la risposta ad almeno una di queste due domande è affermativa, allora puoi anche evitare di considerare l’uso di page builder come Elementor.

Chi è disposto a considerare soluzioni diverse da WordPress, può inoltre dare un’occhiata anche ad alternative come Ghost (soprattutto per i blog), Squarespace, Wix o Webflow. Oppure al già citato Shopify per quanto riguarda l’e-commerce.

Se però:

  • vuoi utilizzare WordPress;
  • vuoi realizzare il tuo sito in autonomia e/o non hai il budget per rivolgerti a un professionista o un’agenzia;
  • desideri uno strumento che ti offra la possibilità di personalizzare l’aspetto del tuo sito senza dover mettere mano al codice…

…allora Elementor può essere una buona soluzione, con un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Se ti è piaciuto e hai trovato utile questo articolo, eccone altri che potrebbero interessarti

16 commenti su “Elementor page builder per WordPress: come funziona, i pro e i contro”

  1. Ciao, giusto per capire tra i 3 page builder che hai citato, quale utilizzi di più ? o meglio quale secondo te è quello che mi consigli per un utilizzo professionale ?
    grazie

    Rispondi
    • Ciao, personalmente non uso sempre i page builder, ma li considero un ottimo strumento per chi vuole realizzare il proprio sito in autonomia e in tempi rapidi. Tra i tre, quelli che consiglio sono Elementor e Beaver Builder. Il primo è sicuramente più ricco di funzioni, mentre il secondo lo trovo un po’ più facile da usare e più stabile.

      Rispondi
  2. Ciao Tiziano, una domanda semplicissima:

    Quando modifico una mia Landing Page (uso elementor pro su siteground come host e modulo wordpress di pagina), come faccio per esempio a modificare il colore di una singola parola su un editor di testo o magari di un testo sottolineato all’interno di una sezione?

    Di solito se modifico il colore nello stile il tool modifica tutti i colori delle parole (anche utilizzando una selezione).

    Per risolvere (solo per il colore) uso codice html e via, però sono sicuro che esiste un modo per poterlo fare molto velocemente con elementor, dal momento che semplifica la vita su cose molto complesse, figuriamoci per questo. Mi potresti illuminare?

    Rispondi
    • Ciao Luca, tra i pulsanti presenti nell’editor di testo del widget di Elementor, se cerchi bene, trovi proprio un’icona relativa al colore del testo. Basta selezionare la parola che ti interessa e scegliere il colore.

      Rispondi
  3. Per il download dei file lei ha scritto che basta aggiungere download|true per scaricarli immediatamente,ma a me non succede nulla.Continua solo ad aprirlo.Dove sbaglio?

    Rispondi
    • Il funzionamento di quell’attributo dipende da vari fattori. Non è rispettato da tutti i browser e, in alcuni casi, se il file da scaricare è su un dominio differente l’attributo viene ignorato.

      Rispondi
  4. Scusa, non so se puoi aiutarmi. Il sito improvvisamente non funziona e mi dà questo errore:
    L’istruzione di dichiarazione dello spazio dei nomi deve essere la prima istruzione o dopo qualsiasi chiamata di dichiarazione nello script in /home/web/www.marialberti.it/www/wp-content/plugins/elementor/includes/widgets/star-rating.php su linea 2
    Come posso correggere?

    Rispondi
  5. Ciao Tiziano, spero che tu mi possa aiutare. Non sono entrata nel mio sito per un paio di giorni e stasera trovo che dopo l’ultimo aggiornamento di elementor pro nelle pagine mancano i template che avevo messo. Ho provato a rimetterli e sembra che vada tutto bene ma se clicco per l’anteprima non li trovo più. Posso fare qualcosa o devo buttare tutto alle ortiche?

    Rispondi
    • Ciao Marica, è la classica domanda che richiederebbe una sfera di cristallo per poterti rispondere, non sapendo come è stato realizzato il tuo sito. Hai provato a svuotare la cache e a rigenerare i file di Elementor? Come consiglio di solito, visto che hai Elementor Pro, per ogni tipo di problema la prima soluzione è contattare il loro supporto.

      Rispondi
  6. Buongiorno, innanzitutto complimenti per sito e canale youtube.
    Volevo fare una domanda sull’editor di testo di Elementor. Ho un problema sulla gestione dello spazio tra i paragrafi e soprattutto dello spazio alla fine dell’ultima parola del blocco di testo (che poi è la stessa cosa). Il problema è che non so come si può gestire, Elementor lo inserisce di default ma non ho trovato un modo per modificarlo. Grazie

    Rispondi
  7. grazie innanzi tutto per file e video che metti in internet perchè sono essenziali x uno come me alle prime armi.
    da una decina di giorni, quando sono in elementor, se clicco su modifica sezione o anche modifica colonna o anche modifica stile, quasi sempre sotto ELEMENTOR non appare niente. ho disattivato tutti i plugin ma niente cambia. ho persino eliminato definitivamente Elementor e Elementor Pro; poi li ho ricaricati ma niente è cambiato. ho cercato in giro qualche forum o altro che parlasse di questo argomento ma non ho trovato niente. non so più cosa fare. mi rimani solo tu!!! se mi potrai aiutare ti ricorderò…. nelle mie preghiere perchè ora sono fermo

    Rispondi
    • Hai provato a fare un cosiddetto rollback a una versione precedente? Elementor consente di farlo. Vai in Elementor -> Strumenti -> Controllo Versione e prova a ripristinare una versione precedente.
      Elementor non è un page builder famoso per la sua stabilità e, a forza di aggiungere sempre nuove funzioni, gli aggiornamenti non sono esenti da bug.

      Rispondi
  8. Ciao Tiziano, grazie per i tuoi consigli, poco tempo fa ho visto un tuo video su you tube dove spiegavi come istallare elementor pro con il tema oceanwp, non riesco più a trovarlo, mi puoi aiutare, grazie in anticipo

    Rispondi
    • Ciao Maurizio, mi pare improbabile perché non credo di aver mai fatto un video su OceanWp. Comunque installare Elementor Pro è molto semplice e farlo con Ocean Wp, GeneratePress o altri temi compatibili con Elementor non è molto differente.

      Rispondi

Lascia un commento