Marketing automation con WP Fusion, WordPress e CRM

Scritto da Tiziano Fogliata
Aggiornato il

Se sei alla ricerca di una soluzione per integrare un sito WordPress con il tuo CRM, WP Fusion è probabilmente la soluzione più adatta. In questo articolo ti spiego di cosa si tratta, a cosa serve questo plugin e in quali situazioni ti può essere utile.

WP Fusion permette infatti di realizzare una stretta integrazione tra i principali CRM (e servizi di email marketing automation) e uno o più siti WordPress.

Sono disponibili moltissimi plugin e soluzioni per raccogliere contatti e indirizzi email e trasferirli sui vari CRM e servizi di email marketing. Ma una volta che un contatto è inserito all’interno di servizi come ActiveCampaign o MailChimp, non è possibile modificare il comportamento del sito in base alle informazioni presenti su questi servizi.

WP Fusion ti permette invece di trasformare il tuo sito WordPress rendendolo un’estensione del tuo CRM. Se ad esempio un contatto su ActiveCampaign è taggato in un determinato modo, potrà accedere a contenuti sul tuo sito che altre persone non hanno il permesso di vedere.

Allo stesso modo, se un utente compie determinate operazioni sul tuo sito, potrai applicare un tag per fare in modo che il tuo sistema di email marketing avvii un’automazione o gli mandi un messaggio.

WP Fusion come alternativa ai plugin di membership

WP Fusion non si limita a integrare WordPress con i CRM, ma mette in collegamento moltissimi plugin WordPress con i CRM. La lista dei plugin e dei CRM supportati è particolarmente nutrita e più avanti entrerò nei dettagli di questo aspetto.

Una volta attivato WP Fusion su WordPress, e dopo averlo collegato con un CRM, è possibile fare un sacco di cose interessanti.

Ad esempio:

  • Fare in modo che un contenuto sia accessibile solo agli utenti loggati e taggati in un determinato modo sul CRM.
  • Impedire l’accesso a un contenuto se l’utente è contrassegnato con uno specifico tag.
  • Impostare uno specifico reindirizzamento se a un utente viene impedito l’accesso a quel contento.
  • Assegnare un tag agli utenti che visitano un determinato contenuto.
  • Rimuovere un tag agli utenti che visitano un certo contenuto.
Impostazioni per taggare gli utenti o bloccare accesso ai contenuti con WP Fusion

Questo genere di impostazioni è possibile applicarla a pagine, articoli, categorie, tag o ai contenuti creati con i vari plugin supportati da WP Fusion.

Se ad esempio usi LearnDash per la creazione di corsi, con WP Fusion puoi iscrivere automaticamente a un corso le persone taggate in un determinato modo sul tuo CRM. Oppure puoi applicare un tag alle persone che hanno terminato un corso o completato una lezione. Ma non solo, continua a leggere per scoprire altre funzionalità interessanti ;)

I possibili scenari di utilizzo sono molteplici e sono limitati solo dalla fantasia. Appare evidente come, una soluzione del genere, permetta la creazione di siti membership che sfruttano il CRM come sorgente principali delle informazioni sugli utenti. WP Fusion permette però di usare quelle informazioni per applicare delle regole sul funzionamento del sito.

Aggiungo inoltre che è utile pianificare con attenzione l’uso dei tag, altrimenti il rischio è quello di aggiungerne uno per qualsiasi cosa e ritrovarsi ogni contatto nel CRM con decine di tag assegnati. Lo scopo è individuare e raccogliere le informazioni utili, non sovraccaricare il sistema di “spazzatura”.

Sincronizza i dettagli degli utenti del tuo sito con i campi nel CRM

Grazie a WP Fusion è possibile sincronizzare ogni campo utente di WordPress con i campi del tuo CRM, sia i campi standard sia eventuali campi personalizzati.

Ad esempio puoi conservare e sincronizzare con il tuo CRM l’ultima lezione e l’ultimo corso completato da un utente.

Puoi anche registrare e conservare le date di login, in modo da attivare delle automazioni quando una persona non accedere al sito da diverse settimane.

Sincronizzare i campi utente di WordPress con quelli del CRM

Grazie a questa funzionalità, se un utente aggiorna il proprio nome e persino il proprio indirizzo email all’interno del tuo sito; questi dati possono essere aggiornati anche sul CRM. Un grande vantaggio per siti e-commerce, siti di membership o di corsi online.

Inserire gli utenti WordPress sul tuo CRM e creare utenti WordPress dal tuo CRM

Esistono numerose soluzioni che consentono di aggiungere nuovi contatti al proprio CRM tramite form presenti sul proprio sito. Anche plugin come Gravity Forms permettono di inviare dati ai principali servizi di email marketing.

WP Fusion oltre a far questo, consente anche di creare un nuovo utente su WordPress partendo dal CRM.

È possibile infatti, con alcuni CRM, creare delle automazioni per inviare un webhook (una richiesta http) al sito WordPress sul quale è installato WP Fusion, per ordinare la creazione di un nuovo utente.

Puoi ad esempio inviare una mail ai tuoi iscritti per chiedere loro di cliccare su un link se desiderano provare la tua membership. Se lo fanno, parte un’automazione che crea l’utente su WordPress. È poi possibile inviare loro anche un link per permettere il login automatico sul sito.

Gestisci e personalizza il login al sito

Grazie a WP Fusion puoi tenere traccia degli accessi effettuati al sito. Se crei un livello di membership gratuito, puoi verificare se gli utenti hanno effettuato almeno il primo accesso.

Puoi ad esempio offrire un corso gratuito, verificare gli utenti che hanno effettuato l’accesso e quelli che lo hanno completato.

Puoi inoltre conteggiare il numero di giorni dal quale non viene effettuato un accesso e agire di conseguenza.

È possibile anche impostare regole di reindirizzamento successive al login che si attivano in base al tag dell’utente. In pratica, gli utenti con il TAG X vengono reindirizzati alla pagina X e quelli con il TAG Y reindirizzati da qualche altra parte.

Con quali CRM è possibile usare WP Fusion

Sono supportati i seguenti CRM e servizi di email marketing automation:

ActiveCampaign, AgileCRM, Autopilot, BirdSend, Capsule, ConvertKit, Copper, Customerly, Drift, Drip, EngageBay, Flexie, FluentCRM, GetResponse, Gist, Groundhogg, Growmatik, HighLevel, HubSpot, Infusionsoft / Keap, Intercom, Jetpack CRM, Kartra, Klaviyo, Klick-Tipp, Loopify, MailChimp, MailEngine, MailerLite, Mailjet, Maropost, Mautic, NationBuilder, Ontraport, Platform.ly, Pulse CRM, Quentn, Salesflare, Salesforce, Sendinblue, SendFox, Sendlane, Tubular, User.com, Zoho.

Nella documentazione di WP Fusion sono spiegati i diversi livelli di integrazione possibili con i vari CRM, dato che non tutti i CRM dispongono delle funzionalità per poter far tutto quello che è possibile fare con questo plugin.

I servizi CRM migliori dal punto di vista dell’integrazione con WP Fusion sono: ActiveCampaign, Drip e HubSpot.
Seguono Infusionsoft/Keap, Mautic, Ontraport, Salesforce e Sendinblue.

È ad esempio possibile usare WP Fusion anche con MailChimp, ConvertKit o GetResponse, a patto però di dover rinunciare ad alcune funzionalità.

Ad esempio non tutti i CRM permettono di inviare webhook e non tutti i CRM permettono di sfruttare il tracciamento e-commerce avanzato.

Quali plugin WordPress sono supportati da WP Fusion

WP Fusion supporta moltissimi plugin per WordPress nelle seguenti aree:

Plugin per gestire membership

  • AccessAlly
  • BuddyBoss
  • BuddyPress
  • MemberMouse
  • MemberPress
  • Members
  • Paid Memberships Pro
  • PeepSo
  • PilotPress
  • Profile Builder Pro
  • ProfilePress
  • Restrict Content Pro
  • s2Member
  • Simple Membership
  • Teams for WooCommerce Memberships
  • Toolset User Forms
  • Ultimate Member
  • User Meta
  • UserPro
  • Users Insights
  • WishList Member
  • WooCommerce Memberships
  • WP-Members

Anche se WP Fusion, volendo, può essere utilizzato come un’alternativa ai tradizionali plugin di membership è possibile integrarlo con la maggior parte delle soluzioni presenti sul mercato.

Questo perché magari disponi già di un plugin di membership che vuoi integrare col tuo CRM, oppure perché vuoi gestire il pagamento con questo plugin. WP Fusion infatti non ha alcuna funzionalità per ricevere pagamenti.

Plugin per l’e-commerce

  • CartFlows
  • Easy Digital Downloads
  • EDD Recurring Payments
  • EDD Software Licensing
  • Event Espresso
  • Gifting for WooCommerce Subscriptions
  • Give
  • LaunchFlows
  • Upsell Plugin
  • WooCommerce
  • WooCommerce All Products for Subscriptions
  • WooCommerce Deposits
  • WooCommerce Product Addons
  • WooCommerce Shipment Tracking
  • WooCommerce Smart Coupons
  • WooCommerce Subscriptions
  • WooFunnels
  • WP Crowdfunding
  • WP Simple Pay
  • WP Ultimo
  • WPPizza
  • YITH WooCommerce Multi Vendor

Sfrutta WP Fusion sul medesimo sito sul quale è installato un plugin per l’ecommerce permette di sfruttare molte più funzionalità, come un miglior tracciamento dei dati o eventuale recupero di carrelli abbandonati, generazione di coupon personalizzati…

Plugin LMS per la gestione dei corsi online

  • AccessAlly
  • CoursePress
  • eLearnCommerce
  • LearnDash
  • LearnPress
  • LifterLMS
  • Memberoni
  • Sensei
  • Tutor LMS
  • Uncanny LearnDash Groups
  • WP Courseware
  • WPComplete
  • WPLMS

Grazie e WP Fusion è possibile personalizzare l’esperienza degli utenti che frequentano un corso online, potendo reagire alle azioni che vengono effettuate sul sito.

Plugin per la lead generation e/o la creazione di form

  • Caldera Forms
  • Contact Form 7
  • Convert Pro
  • Elementor Forms
  • Fluent Forms
  • Formidable Forms
  • Gravity Forms
  • Gravity PDF
  • GravityView
  • Ninja Forms
  • Piotnet Forms
  • WPForms
  • WS Form

Page builder e site builder supportati da WP Fusion

  • Beaver Builder
  • Divi
  • Elementor
  • Gutenberg
  • Oxygen

Il supporto ai page builder significa che è possibile gestire la visibilità degli elementi presenti in una pagina, grazie all’integrazione con WP Fusion. Da questo punto di vista Elementor è il page builder meglio supportato, dato che anche i form e i popup creati con Elementor possono interagire con WP Fusion.
Con Elementor è possibile anche sfruttare la funzionalità di Link Click Tracking per tracciare i clic effettuati dagli utenti sui link.

Altri plugin supportati

  • Event Espresso
  • Events Manager
  • FooEvents
  • Modern Events Calendar
  • Salon Booking
  • The Events Calendar / Event Tickets
  • WooCommerce Appointments (BookingWP)
  • WooCommerce Bookings
  • WP Event Manager
  • GTranslate
  • TranslatePress
  • Weglot
  • WPML
  • BadgeOS
  • GamiPress
  • myCRED
  • bbPress
  • wpForo
  • Advanced Ads
  • Advanced Custom Fields
  • AffiliateWP
  • Ahoy
  • FacetWP
  • Popup Maker
  • Share Logins Pro
  • Tickera
  • Toolset Types
  • WP Affiliate Manager
  • WP E Signature
  • WP Job Manager
  • WP Remote Users Sync

Tracciamento e-commerce avanzato

Utilizzando plugin come WooCommerce, Easy Digital Downloads, MemberPress, LifterLMS, Event Espresso o Give, è possibile inviare i dati delle transazioni ai CRM che supportano questa funzionalità: ActiveCampaign, AgileCRM, Drip, HubSpot, Infusionsoft, NationBuilder, Ontraport, e Zoho.

Questa funzione permette di tenere traccia facilmente del LTV o Lifetime value degli utenti, aggiornandolo ogni volta viene effettuato un acquisto.

È inoltre possibile impostare delle automazioni in seguito all’acquisto di determinati prodotti.

Con plugin come MemberPress, viene tenuta traccia anche di tutti i pagamenti ricorrenti nel caso degli abbonamenti.

Collegarsi anche a servizi esterni

WP Fusion consente inoltre di collegarsi tramite webhook a servizi come Zapier, consentendo quindi di creare automatismi che partono quando si verificano eventi sul tuo sito WordPress.

Questa è una possibilità in più che potrebbe tornare utile in alcuni casi.

WP Fusion consente maggior libertà rispetto ad altre soluzioni

Per chi magari è abituato all’idea di dover sempre installare una soluzione come WooCommerce per vendere qualcosa tramite il proprio sito WordPress, WP Fusion consente di aprire altre strade.

Grazie a un plugin come WP Fusion se puoi associare un tag nel tuo CRM quando viene effettuato un pagamento, allora puoi automaticamente permettere l’accesso ai contenuti del tuo sito.

Se per vendere dei prodotti fisici tramite un sito WordPress, WooCommerce appare la scelta più ovvia. Potrebbe non essere la soluzione migliore se vuoi vendere il tuo corso o l’accesso a una membership.

WP Fusion, tra l’altro, supporta benissimo anche soluzioni come ThriveCart, della quale ho già parlato in altri articoli. Puoi ad esempio creare la pagina di checkout e accettare i pagamenti tramite ThriveCart e, una volta completato l’acquisto, con un semplice clic i tuoi utenti si trovano già loggati sul tuo sito WordPress. Questo perché WP Fusion può creare in automatico un nuovo utente sfruttando i dati che il cliente ha inserito quando ha effettuato l’acquisto su ThriveCart.

Per chi è adatto WP Fusion

WP Fusion è un plugin ideale in primo luogo per chi sfrutta o vuole sfruttare le funzionalità del proprio CRM e potrebbe trarre beneficio nell’integrarle all’interno del proprio sito WordPress.

Al di là di questo, l’utente tipico di un plugin come WP Fusion deve necessariamente avere un minimo di competenze tecniche. Se ad esempio termini come shortcode, webhook o custom field non ti sono chiari, molto probabilmente non è il caso di avventurarti nella configurazione di un plugin come WP Fusion.

Pur essendo inoltre un plugin che permette di fare quasi tutto senza scrivere alcuna riga di codice, ci possono essere situazioni nelle quali è necessario sporcarsi un po’ le mani con il codice, oppure con la configurazione del proprio servizio di hosting. Ad esempio per configurare correttamente il plugin o il sistema di cache utilizzato sul sito.

WP Fusion vanta una ricca e dettagliata documentazione. Inoltre, Jack Arturo e tutto il team di Very Good Plugins, l’azienda che ha creato WP Fusion, offrono un elevato livello di supporto ai propri clienti.

Quanto costa WP Fusion? Esiste una versione gratuita?

Questo plugin è disponibile anche in una versione gratuita, chiamata WP Fusion Lite che è scaricabile dal repository ufficiale di WordPress. Questa versione consente di sincronizzare i dati degli utenti su WordPress con quelli del CRM e anche di proteggere i contenuti in base ai tag. È però necessaria la versione a pagamento di WP Fusion per sfruttare tutte le integrazioni con i vari plugin di WordPress.

Le versioni a pagamento partono da $247 per la licenza Personal. Poi ci sono anche le versioni Plus e Professional che offrono anche i 6 addon e la possibilità di installare WP Fusion su un numero illimitato di siti. Ogni licenza richiede un rinnovo annuale, che è possibile acquistare a prezzo scontato.

I 6 addon sono delle estensioni di WP Fusion dedicate:

  • al recupero dei carrelli abbandonati;
  • al tracciamento e-commerce avanzato;
  • al tracciamento dell’interazione con i file multimediali come i video di Vimeo, YouTube, Wistia e VooPlayer.
  • alla protezione dei download (si tratta di una funzionalità in fase beta);
  • al tracciamento e alla gestione dei login;
  • al collegamento a sistemi come Zapier tramite webhook.

Sono disponibili anche delle licenze lifetime (senza canoni di rinnovo annuali), ma non per un numero illimitato di siti. Ossia è possibile acquistare una licenza lifetime per 1 sito o per 3 siti. Del resto sviluppare, mantenere costantemente aggiornato e aggiungere sempre nuove funzionalità a un plugin come WP Fusion è un’attività complessa. Purtroppo le licenze lifetime rendono difficile sostenere le attività nel lungo periodo*.

Scarica l'ebook gratuito sui 10 errori da evitare sul tuo sito WordPress

Se ti è piaciuto e hai trovato utile questo articolo, eccone altri che potrebbero interessarti

All'interno di questa pagina sono presenti alcuni link di affiliazione verso siti esterni. Tali link mi permettono di guadagnare una piccola commissione nel caso in cui tu acquisti tali prodotti o servizi. Le opinioni espresse sono esclusivamente personali e, in nessun caso, ricevo dei compensi per effettuare recensioni positive.

Lascia un commento