Cos’è un dominio e dove registrare un dominio per il tuo sito

Scritto da Tiziano Fogliata
Aggiornato il

Registrare un dominio è un’operazione essenziale quando si ha intenzione di creare un nuovo sito Web e creare un proprio brand online.

Acquistare, anche se il termine è improprio, un dominio è piuttosto semplice e alla portata di tutti. Non sono richieste particolari competenze tecniche per registrare un dominio.

Anche se spesso i termini hosting e dominio vengono associati alla stessa cosa, ossia a uno spazio sul quale ospitare il proprio sito, in realtà sono oggetti ben distinti. Il dominio è il nome che puoi associare alla tua presenza online e che puoi far puntare ai diversi servizi che utilizzi.

Se ad esempio registri il dominio vattelapesca.com puoi utilizzare:

  • www.vattelapesca.com per il tuo sito principale ospitato su un servizio di hosting;
  • mail.vattelapesca.com per il server di posta;
  • shop.vattelapesca.com per il tuo ecommerce ospitato su un servizio di hosting o su piattaforme come Shopify;
  • go.vattelapesca.com per un’installazione separata di WordPress che magari utilizzi per ospitare le tue landing page.

Se vuoi, puoi creare una quantità incredibile di sottodomini nel formato sottodominio.vattelapesca.com senza dover registrare ogni volta un nuovo dominio. Inoltre, puoi anche decidere di utilizzare servizi di hosting diversi per ogni sottodominio.

In pratica il dominio (o il sottodominio) è il nome relativo all’indirizzo che vuoi comunicare all’esterno, mentre l’hosting è il server che fisicamente ospita il tuo sito.

Dove registrare un dominio

Il requisito essenziale da verificare prima di procedere alla registrazione di un dominio, è verificare che sia libero. Fortunatamente questo controllo è molto semplice da effettuare e puoi farlo direttamente sui siti che ti permettono di comprarlo.

Vediamo quindi cosa offre il mercato per quanto riguarda la registrazione dei domini. Premetto che sarebbe praticamente impossibile fare un elenco di tutte le società che offrono un servizio di questo tipo. Mi limiterò quindi a fornire alcune indicazioni su quelli che ho potuto sperimentare personalmente.

La maggior parte delle società di hosting offre la possibilità di registrare un dominio (spesso offrendolo gratuitamente) nel momento in cui si sottoscrive un piano di hosting.

Ad esempio, se decidi di acquistare l’hosting su SiteGround, il canone di registrazione del dominio è gratuito per il primo anno.

Registrare un dominio su SiteGround

Scegliendo SiteGround, la procedura di registrazione del dominio è semplicissima e rappresenta il primo passo quando decidi di acquistare l’hosting per il tuo sito. In questa guida ti spiego passo passo come registrare il dominio e acquistare lo spazio hosting per il tuo sito su SiteGround.

Con SupportHost, un altro servizio di hosting che consiglio, il canone di registrazione del dominio è incluso sia il primo anno, sia gli anni successivi.

Namecheap è il mio servizio preferito per registrare i domini (tranne per quelli con l’estensione .it). Oltre a vantare prezzi concorrenziali, offre un pannello di controllo veramente semplice e funzionale, una procedura rapida per la registrazione ed il trasferimento di un dominio. Offre inoltre gratuitamente, per il primo anno, il servizio di WhoisGuard che permette di proteggere i propri dati utilizzati per registrare il dominio. Anche il loro servizio di assistenza è veramente ottimo.

namecheap-pannello-di-controllo
Il pannello di controllo di Namecheap

GoDaddy è uno dei servizi più conosciuti. Uno degli aspetti più fastidiosi di GoDaddy però riguarda l’estenuante procedura di registrazione di un dominio che propone all’utente l’acquisto di servizi aggiuntivi, a volte in modo un po’ assillante. In passato l’ho utilizzato parecchio, ma ormai ho progressivamente spostato la maggior parte dei domini su altri servizi come Namecheap.

Se preferisci rivolgerti a società italiane, ti consiglio GiDiNet e Keliweb. Entrambe hanno ottimi prezzi per quanto riguarda la registrazione dei domini .it e ovviamente permettono la registrazione anche di altre estensioni di dominio. Gidinet è principalmente focalizzata sulla registrazione dei domini, mentre Keliweb offre anche tutto il pacchetto di servizi hosting.

Comprare dominio e hosting insieme o no?

Nonostante, come ho scritto in precedenza, la maggior parte dei servizi di hosting permette di registrare un dominio contestualmente all’acquisto di un piano di hosting, esiste anche la possibilità di mantenere l’hosting del sito e la registrazione del dominio presso fornitori ben distinti.

Tenere separata la gestione dell’hosting e del dominio permette di rendere più semplice il passaggio da un servizio di hosting ad un altro, senza dover trasferire il dominio ogni volta. Farlo invece quando il dominio è gestito dalla società di hosting è un’operazione un po’ più laboriosa. Personalmente, preferisco tenere sempre separata la gestione dell’hosting e del dominio.

Del resto il motivo per il quale chi ti offre hosting ti propone anche la registrazione del dominio è quello di cercare di vincolarti maggiormente a sé, creando una piccola barriera all’uscita per rendere un po’ più scomodo il passaggio verso un altro fornitore.

È innegabile però che registrare il dominio presso la stessa società di hosting è molto più comodo, soprattutto per gli utenti alle prime armi, e spesso è anche più conveniente dal punto di vista economico.

Se oltre al dominio, sei interessato anche a capire come scegliere l’hosting giusto per il tuo sito, ti invito a leggere anche la mia guida alla scelta dell’hosting nella quale ti spiego come evitare gli errori più frequenti.

Qui trovi anche un guida su come testare il tuo sito su un nuovo hosting prima di modificare la configurazione del dominio.

Conveniente
Support Host hosting WordPress

Uno dei servizi di hosting più convenienti ma che offre prestazioni e supporto di buon livello.

Consigliato
SiteGround Hosting per WordPress

Ottimo rapporto qualità prezzo. Ideale per chi vuole un hosting veloce ma facile da usare.

Personalizzabile
Cloudways hosting

Per chi preferisce maggiori prestazioni e la flessibilità del cloud hosting.

Ok per l’hosting e il domino, ma la posta elettronica?

La gestione delle varie caselle email associate a un dominio è un altro passaggio fondamentale quando si va a registrare un nuovo dominio.

È infatti consuetudine quella di creare almeno un indirizzo di posta associato a un nuovo dominio.

Una casella di posta personalizzata appare più professionale rispetto a un’altra che utilizza domini di servizi gratuiti come @gmail, @yahooo o @libero. Inoltre, utilizzare un tuo dominio per la posta ti consente maggiore libertà e indipendenza nella scelta del servizio.

La maggior parte dei servizi di hosting tradizionale ti permettono di gestire anche la posta elettronica. Questa spesso è la soluzione più comoda, ma non la migliore.

Inoltre, la qualità del servizio di posta offerto è spesso inferiore rispetto a quella che si può ottenere con servizi email dedicati, sia sotto il profilo delle funzionalità, della deliverability (il fatto che le tue email giungano a destinazione senza cadere vittima degli antispam) e della protezione contro lo spam.

Servizi di hosting WordPress gestito come Kinsta, WP Engine, Rocket.net non offrono nemmeno il servizio di posta, nonostante offrano i loro servizi a canoni molto più elevati rispetto alla maggior parte dei servizi di hosting tradizionale.

Usare il servizio di hosting per la gestione della posta costituisce inoltre un ostacolo aggiuntivo qualora tu decidessi di cambiare hosting, perché dovresti occuparti non solo dello spostamento del sito, ma anche dello spostamento di tutta la posta su un nuovo server.

Quali servizi di posta consiglio

Due dei migliori servizi per la gestione della posta elettronica sono Google Workspace (ex GSuite) e Microsoft 365. Si tratta di servizi a pagamento che offrono una gran quantità di spazio per la posta, moltissime funzionalità e un’ottima protezione antispam.

Un’altra alternativa che utilizzo e che consiglio è Fastmail.

Inoltre, per chi desidera un servizio che può associare a più domini e gestire numerose caselle di posta MXroute è la scelta ideale.

Utilizzando uno di questi servizi, la gestione della posta elettronica è completamente indipendente dal servizio di hosting che utilizzi per il tuo sito. Potresti trasferire il tuo sito da un fornitore di hosting a un altro, senza però dover toccare la tua posta.

Registrare un dominio in ottica SEO

È ancora una convinzione molto diffusa quella di registrare molti nomi di dominio con lo scopo di guadagnare visibilità sulle pagine dei motori di ricerca.

L’idea in pratica è questa:

Filippo ha un sito pippo.it per il suo agriturismo tra le colline e i vigneti della Franciacorta.
Con l’intenzione di incrementare il traffico sul proprio sito, inizia a registrare nuovi domini come collinefranciacorta.it, offerteagriturismo.com, agriturismolastminute.net… e fa reindirizzare tutti questi domini al proprio sito pippo.it

Questa pratica non serve assolutamente a nulla. Registrare un nuovo dominio contenente delle parole chiave, non è sufficiente per posizionarlo sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca.

Quindi, se Filippo vuole registrare quei domini per sviluppare dei nuovi siti (e relativi nuovi contenuti) va bene.

Va bene anche se li vuole registrare per evitare che li registri qualche concorrente.

Articoli che ti suggerisco…

Lascia un commento