Gestione dei workflow su WordPress con Gravity Forms

Come automatizzare alcuni aspetti del tuo business con Gravity Forms

Scritto da Tiziano Fogliata

Se stai cercando una soluzione per creare moduli con WordPress, Gravity Forms è il plugin che ti consiglio.

Oltre alle numerose funzioni messe a disposizione, un ulteriore vantaggio di questo plugin è il nutrito ecosistema di soluzioni che si appoggiano a Gravity Forms e che offrono possibilità incredibili ai siti realizzati con WordPress.

Una delle ultime novità si chiama GravityFlow e rappresenta una soluzione che permette di pianificare e gestire dei workflow alimentati dai moduli creati con Gravity Forms.

Una soluzione per automatizzare richieste e comunicazioni tra dipendenti, collaboratori e clienti

Richieste di ferie o permessi da parte dei dipendenti, ordini di acquisto, moduli di ammissione e gestione dei reclami sono solo alcuni dei casi in cui una soluzione come GravityFlow può essere utile.

Una volta installato e attivato il plugin, nella sezione delle impostazioni di ogni singolo modulo realizzato con Gravity Forms è possibile trovare un’area dedicata alla creazione e gestione dei workflow:

flussi-di-lavoro-per-ogni-gravity-form

Come puoi vedere dall’immagine sottostante, sono numerose le impostazioni configurabili per definire l’intero iter di approvazione di una richiesta, oppure di notifica di un’operazione. È possibile impostare diverse condizioni, definire gli utente incaricati all’approvazione e stabilire le azioni conseguenti all’approvazione o al rifiuto di una richiesta.

impostazioni-workflow-gravity-forms

GravityFlow non è pensato però semplicemente per la gestione delle approvazioni, ma anche per impostare delle notifiche, per prevedere la compilazione aggiuntiva dei campi da parte di determinati utenti e pure per l’integrazione con servizi esterni, dato che tramite l’opzione Webhook è possibile inviare i dati a un webservice:

webhook-gravityflow

Ecco un esempio che mostra una richiesta inviata da un utente che è in attesa di approvazione:

esempio-workflow-da-approvare

Nella sezione dedicata al riassunto delle attività dei vari workflow è possibile vedere i vari stati di avanzamento dei moduli e chi ha fatto cosa:

activity-workflow-gravity

Sono inoltre disponibili dei report grafici per valutare le performance dei diversi flussi:

report-dei-workflow-su-wordpress

Nel video sottostante è possibile vedere una breve presentazione di questo plugin:

Sul sito di GravityFlow puoi attivare un account demo per provare il prodotto, che è disponibile in due versioni: quella per un singolo sito, che costa € 87, e quella per sviluppatori o agenzie che consente di installare il plugin su 35 diversi siti, che costa € 297.

GravityFlow non è chiaramente una soluzione per tutti gli utenti di WordPress, ma per le realtà che hanno la necessità di gestire dei flussi di approvazione/richiesta oppure voglio realizzare delle soluzioni particolari, mantenendole perfettamente integrate all’interno del loro sito WordPress, è sicuramente un plugin di provare.

GravityFlow richiede ovviamente una licenza di Gravity Forms per poter essere utilizzato.

Se ti è piaciuto e hai trovato utile questo articolo, eccone altri che potrebbero interessarti

Nessun articolo correlato

Lascia un commento