Anche i Quality Rater sbagliano

Scritto da Tiziano Fogliata

E’ ormai risaputo che Google utilizza dei collaboratori esterni, i cosiddetti Quality Rater, per la valutazione dei risultati di ricerca. Avendo svolto per circa un anno questa attività, posso testimoniare che in alcuni casi non è così semplice stabilire quando un tipo di risultato è prioritario rispetto ad un altro. Oltre a valutare il tipo di sito bisogna anche riuscire ad interpretare quello che l’utente che ha formulato la richiesta stava effettivamente cercando.

Spesso gli algoritmi di Google ed i Quality Rater si trovano in disaccordo ed in alcuni casi può capitare che siano questi ultimi ad avere torto. Recentemente si è parlato di alcuni tipi di query come Glacier Bay e flicker.

Nel primo caso, ad esempio, tutti i Quality Rater di Google hanno indicato il sito del Glacier Bay National Park come il miglior risultato possibile. Da un’ulteriore analisi si è però scoperto che la maggior parte degli utenti cercava la Glacier Bay Faucet Company, non il parco nazionale. Purtroppo i Quality Rater, ignorando l’esistenza della compagnia, non ne hanno tenuto conto nelle procedure di valutazione.

Google ha risolto il problema, dividendo in due blocchi il risultato della ricerca, mostrando così le due possibili interpretazioni. Nell’immagine sottostante si può vedere un esempio simile relativo alla query flicker.

Flicker su Google

Articoli che ti suggerisco…

Nessun articolo correlato

50 commenti su “Anche i Quality Rater sbagliano”

  1. Ciao!

    io ho appena iniziato a collaborare con Google come quality rater. Per me è un secondo lavoro, già sono nel settore nuovi media ma con un contratto a progetto, il lavoro come rater mi permete di arrotondare… e molto bene!
    Il lavoro effettivamente è un pò noioso, ma è molto interessante perchè si spazia tra tantissimi argomenti.
    La cosa che mi dispiace è che il lavoro di rater è comunque a termine: i contratti di tre mesi possono essere rinnovati per un massimo di un anno. Soprattutto, non è un trampolino di lancio per far carriera in Google, anzi: se decidessi di condidarmi per un’altra posizione in google, devo interromepere come rater, perchè se sanno che già lavori come rater nemmeno vieni preso in considerazioni.
    Vorrei chiederti a te già collaborato in Google, vorrei chiedere se poi questa esperienza gli è tornata utile per il suo futuro lavorativo. Io sono laureata in Scienze della comunicazione nopn sono un tecnico.

    • ciao posso chiederti una cosa…tu che hai lavorato come rater di google, alla fine del progetto hai dovuto dichiarare questo lavoro, pagando le tasse? io ho appena superato i tre esami con Leapforce e vorrei sapere se questo mio lavoro andrebbe ad incidere sul 730 di mio padre

      ti ringrazio anticipatamente

      • Ciao,
        considera che io ho svolto questo lavoro nel 2005/2006. All’epoca credo che fossi inquadrato come un lavoratore dipendente interinale, ma non ricordo come era gestita la cosa fiscalmente, anche se ovviamente era tutto dichiarato.

  2. Ciao,
    ho appena superato l’esame per iniziare a lavorare come google rater.
    il mio problema è che il committente, società con sede a dublino, mi dice che è necessaria la partita iva e mi invia un sample di fattura dove non viene riportata l’iva, nemmeno sotto forma di VAT, quindi non saprei come fatturare e non mi hanno ancora risposto sotto questo punto di vista…voi come avete fatto, cioè avete dovuto aprire partita iva?
    grazie
    francesca

  3. Strano, quando ho iniziato io, l’assunzione ed i pagamenti erano gestiti con Kelly Services ed era in pratica un assunzione part-time a tempo determinato.

  4. Tiziano, posso chiederti una cortesia?
    Mi potresti fornire un indirizzo mail di riferimento per Kelly Services a cui rivolgermi?
    vorrei comunque propormi a Kelly serices, ma sul sito ho visto tante filiali e altrettanti indirizzi mail.
    Te ne sarei davvero grata
    Francesca

  5. Ciao Francesca.. anche io lavoro per Kelly service.. e mi sembra che facciano da intermediario per Google Canada.
    Vorei tanto mettermi in contatto con te, tanto per sapere quali sono le condizioni se si apre una partita iva, perche’ cmunque ci pensavo ad aprirla per altre collaborazioni.
    Come facciamo a metterci in contatto?

  6. Ciao Francesca, e altri.
    ho una piccola questione da sottoporvi.
    Ho presentato in luglio la mia candidatura per la posizione di google quality rater (tramite l’annuncio ancora visibile sui siti di Google).
    Sono stato contattato in Agosto dalla Kelly per la “prova”, prevista per il 4 settembre, e che mi ha sottoposto la montagna di carte da firmare di cui alcuni di voi gia` sanno.
    Il 3 settembre Kelly mi ha contattato per dirmi che la prova (eravamo stati selezionati in 10 mi pare) era rimandata a data da destinarsi causa problemi “tecnici” non specificati.
    Il 12 ottobre ricontatto Kelly, non mi dicono nulla.
    Dopo la prima settimana di novembre ricontatto ancora Kelly e la responsabile (che con Fleming possiamo familiarmente chiamare “M”) mi dice che “purtroppo termina il progetto”. Poi leggo le vostre parole, coeve a questa notizia e rimango PERPLESSO.
    Voi che siete/siete stati rater, sia sotto Kelly che (pare) altri, avete qualche altra informazione, diversa?
    Si deve magari passare per altre strade (sento parlare di piva, collaborazioni dall’estero, ecc…)? Ogni input e` ben accetto (la cosa non mi e`proprio andata giu`”, come si puo` forse intuire).
    Ciao, Luca

  7. Ciao SaraMago,
    e grazie della tua risposta/commento.
    Quindi tu mi “confermi” che dall’interno, voi attuali rater con Kelly, non avete ricevuto alcuna notizia da M, o cmq alcun sentore che “purtroppo termina il progetto”.
    Vorrei chiederti alcuni piccoli dettagli (sicuramente non coperti dal NdA) ma rispetto al titolo sarei alquanto OT. Al limite, se puoi, puoi coretesemente contattarmi tramite email (credo occorra chiedere a Tiziano per conoscere le email dei commentatori)?
    Ciao, Luca

  8. Si penso chi sia da chiederlo a Tiziano.. MI POTRESTI FORNIRMI L’EMAIL DI FRANCESCA E PIRPAOLO?

    Comunque.. sai l’eventualita’ che il progetto stia per terminare purtroppo c’e’, ho motivo per pensarlo. Ti rigrazio comunque Pierpaolo di avermi informata.. ora mi spiego mooooolte cose

  9. Appena parlato con “M”. Contratti in scadenza non verrano rinnovati, progetto terminato. Qualche idea su come continuare a fare il rater?

  10. Mi dispiace, E* e SaraMago, ho provato lo stesso disappunto e posso magari capire il vostro stato d’animo di adesso.
    I link di recruiting sono ancora al loro posto però (sui vari siti di Google): penso sia necessario aspettare, a meno che Francesca non ci dia consiglio su chi contattare in Irlanda (google.ie non ha alcuna posizione di testing aperta) o su come ha fatto lei a diventare rater non passando tramite Kelly, visto che Google non accetta candidature da agenzie esterne.
    Ciao, Luca

  11. Ciao a tutti, ho cominciato da poco a fare il google rater e devo dire che l’opportunità mi è capitata in maniera piuttosto strana: spaziando senza meta per le sconfinate praterie della rete mi sono imbattuto in un annuncio di offerta lavoro di cui si capiva veramente ben poco se non le solite cose tipo “lavoro da casa su internet etc etc.”. Dato il normale scetticismo visto che il 99.9% di questi annunci sono sempre str***te piramidali e via dicendo stavo quasi per fregarmene quando non so nemmeno io come mai ho deciso di scrivere comunque più che altro per vedere quali altre fregature si sono inventati di sti tempi… e invece mi trovo a spolverare un po’ di inglese visto che l’opportunità era seriamente interessante, trattandosi per di più di un’azienda piuttosto importante quale la Google (mica la solita roba insulsa e deprimente stile herbalife, dhs e soci vari).

    Insomma a parte la mia storiella più o meno interessante per voi, sono piuttosto sicuro del fatto che di quality raters per il versante italiano ne stiano cercando eccome. Probabilmente e soprattutto se i contratti sono realmente annuali e non rinnovabili.
    Per quanto riguarda gli intermediari non so se li usano ancora (kelly per esempio). presumo di no, o almeno non nel mio caso di certo, visto che sto cercando di capirci qualcosa su come cosa dove e come devo fare per sta storia della partita Iva: loro dicono che in Italia s’ha da fà per forza, in Italia dicono che non serve proprio.. onestamente non ci sto capendo un piffero infatti vorrei approfittare dell’eventuale gentilezza di qualcuno nelle più o meno mie stesse condizioni per trovare un capo in questo aggrovigliamento di informazioni.

    Quanti siano i google raters non lo so, le ipotesi spaziano dai 20 ai 100 (italiani si intende), certo comunicare fra di noi quantomeno per avere un minimo di informazioni un po’ meno evasive delle loro (d’altra parte stanno in Irlanda.. può anche fregargliene poco di come funzionano le cose in Italia) sarebbe una bella cosa.

    Se qualcuno ha qualcosa da dire o da chiedere si faccia avanti.
    Soprattutto se sapete dirmi qualcosa su tasse e cincischiaglie varie :P

    Saluti

  12. Ciao sosuke,
    mi interesserebbe molto sapere di più su questo annuncio a cui hai risposto, e su questa società irlandese. Ti andrebbe di contattarmi via e-mail? Nel caso (visto che il blogger Conti/Tiziano non mi risponde ancora) potresti eventualmente scrivermi a questo indirizzo (messo su per l’occasione): [email protected]
    Grazie, ciao, Luca

  13. Anch’io ho appena parlato con “M” e pare proprio che i contratti non verranno rinnovati. La nostra simpatica capa ha masticato qualcosa di confuso sul passaggio del servizio di recruitment a Dublino e qualcos’altro sulla partita IVA.
    Mah! Gli annunci che google sta cercando raters con Kelly sono ancora presenti alla pagina
    Che stiano semplicemente avvicendando?

    X Sosuke e Francesca
    Anche a me interesserebbe avere il link irlandese.

    Ciao a tutti i fired rater
    Arne

  14. La posizione su Google è ancora aperta, e anche a me interessa saperne di più sul discorso Irlandese.

    Peraltro “M” mi aveva detto che mi avrebbe fatto sapere se c’era modo di continuare a fare il rater…

    Boh…

  15. Ciao Ragazzi,
    anch’io ho fatto parte della “banda QR” e confermo tutte le indicazioni finora date nei vari messaggi..almeno per quanto riguarda il mio caso cioè non rinnovo del contratto. “M” mi ha fornito vaghe indicazioni che il progetto andava terminando, ha parlato anche a me di Dublino e che mi avrebbe fatto sapere come contattarli (dublino) ma finora nisba.. Anche a me ha fatto specie vedere ancora i link attivi su sito Google, ho pensato a una “fregnaccia” di scusa per non rinnovare il contratto ma poi vedo che il caso è di molti e non solo mio..
    Bella comunque l’esperienza, a me è piaciuta 1 sacco e mannaggia avrei continuato volentieri ma leggendo 1 post vorrei fare domanda a Gooble Dublin, ho visto che QR e domanda non sono compatibili..
    Tiziano scusa se per caso hai ricevuto da qualcuno il link per Dublino me lo potresti far avere via email? Grazie

  16. Spie Bothan mi comunicano che effettivamente Kelly non è più partner di Google, è stato sostituito da Manpower (cosa che si nota anche dalle offerte che girano)…

    Salut.

  17. E * scusami,

    gentilmente potresti lasciare qui sul blog il link relativo a Manpower/Google (il sito di Manpower non brilla certo per facilità di ricerca), visto che non sono stato per ora capace di reperire queste “offerte che girano” ed a cui fai riferimento? Oppure potresti per cortesia inviarmelo a: [email protected] ? Ovviamente queste informazioni sarebbero ben accette da parte di chiunque altro le conoscesse!

    Grazie,
    ciao, Luca

  18. Fantastico! Dopo ore e ore di ricerca per capirci qualcosa su VAT e fatturazione per società irlandesi, nonchè sull’ammontare delle tasse da pagare in Italia, ho trovato un po’ di gente nella stessa barca .. Lavoro come QR da soli da 3 giorni (reclutata dalla società intermediaria con sede a Dublino). Anche a me è stata richiesta l’apertura pIVA e mi è stato inviato il form per la fatturazione (che tuttavia non include accenni all’IVA).

    Francesca, chiedo soprattutto a te visto che hai avuto lo stesso problema: come l’hai risolto? Bisogna considerare il nostro importo orario come comprensivo di IVA? E soprattutto: siamo soggetti a versamento IVA annuale? (non sarebbe molto conveniente, visto che da scaricare c’è ben poco, a parte forse la bolletta telefonica!).

    Grazie
    Ciao
    Chiara

  19. Anch’io sono nella stessa barca ragazzi… da tre-quattro giorni non faccio altro che cercare nel web e domandare a conoscenti a proposito di iva, fatturazione con l’ estero etc. Praticamente da quanto ho capito per essere perfettamente in regola, ma ad essere proprio pignoli, si dovrebbe operare così:

    con partita iva da libero professionista, tipo consulente informatico, fatturare il corrispettivo orario moltiplicato per il numero di ore in esenzione da iva intracomunitaria alla società con sede in dublino. Si pagheranno poi le imposte irpef, inps, etc. Ma è a dir poco un bel casino per chi come me dovrebbe aprire da zero una PI solo per questo ! Fatemi sapere se sapete qualcosa in più… [email protected]

  20. Eccomi di nuovo! Allora.. io sono stata contattata da una societa’ inglese per questo lavoro, ma appena hanno saputo che avevo gia’ lavorato pe Google con Kelly service mi hanno “Abbandonata”.

    Potreste fornire anche a me il contatto manpower?

  21. Ciao,

    vi riporto la mia esperienza come QR. ho cominciato da poco, dopo aver passato la lunga e anche in qualche modo impegnativa selezione (all in english). Ho trovato un annuncio in autunno su infojobs.it, direttamente pubblicato dalla società di consulenza americana (ma con sede anche in Irlanda), di cui penso si accenni in altri post.
    Sono stato selezionato e ricontattato dopo alcuni mesi, dopo che la prima “sessione” di recruiment era terminata.
    Su mia richiesta, ho ottenuto chiarimenti espliciti dal personale irlandese a proposito di P.iva e tipo di contratto. Nel mio caso di tratta di un contratto non particolarmente vincolante (da entrambe le parti), quella che se volete da noi potrebbe essere una “scrittura privata” o simile, tra me e la società irlandese. L’apertura della P.iva NON è necessaria. La legge italiana è chiara a proposito. Se il lavoro è continuativo, non occasionale, e se non sbaglio (ma prendetelo con le pinze) non supera i 30 giorni di collaborazione l’anno e/o i 5000 euro, si possono fare ricevute di ritenuta d’acconto – che può fare chiunque.
    Le fatture/ricevute, basate su modelli forniti da loro, non devono necessariamente riportare la P.iva. Può essere interessante aprire la P.iva se sfruttate le agevolazioni per le nuove “attività”, che prevedono per i primi 3 anni agevolazioni, abbattimento di costi burocratici, e il 10% di versamenti IRPEF contro i soliti 23% e più.
    Ma questi sono consigli e informazioni via internet, su un forum. Se doveste diventare raters, consiglio di consultare un commercialista (al massimo gli pagate l’oretta di consulenza) per chiarimenti precisi.
    La paga (oraria) per i raters (solo per noi italiani? non so) non è alta. Articoli inglesi su internet danno circa 20 dollari americani all’ora come paga… da noi di meno. Lordi.
    Il lavoro è ripetitivo, ma può essere anche interessante se si capita su siti curiosi o con argomenti particolari. E’ comunque un buon modo per arrotondare in semplicità.

    Desidero infine essere chiaro che, credetemi, non è per arroganza che non do altri dettagli. Mi sono impegnato firmando un contratto, e tra le clausule la riservatezza e discrezione è una delle più importanti. Per questo non posso indicare chiaramente il nome della ditta Irlandese (che tra l’altro NON ha annunci di ricerca di Raters sul loro sito, direttamente – un motivo ci sarà…), ne fornire altri dettagli.

    Spero comunque di aver fornito qualche info in più a tutti gli interessati.

    Ciao :)
    TeO

  22. TeO, ma tu hai ricevuto pagamenti? Io lavoro per loro da novembre e non ho ancora visto un euro..

  23. Salve

    lavoro anche io come QR per la società americana con sede a Dublino. Mi sono informata sulla partita iva sembra che in Italia sia necessaria. La cosa di cui parli tu TeO, e se sbaglio correggimi, si chiama ritenuta d’acconto e va fatta per prestazioni occasionali. Purtroppo però il lavoro come QR per la suddetta società, prevede un minimo di ore settimanli che moltiplicate per la retribuzione oraria supera i 5000 euro (se non sbaglio è quasi il doppio) quindi la partita iva va aperta! Giusto?
    La cosa che più mi preoccupa è che gengis lavora per loro da quattro mesi e non ha ancora visto un euro…per contattarmi direttamente: [email protected]

    Ciao

    Pal

  24. Ciao a tutti,
    anch’io lavoro come quality rater dall’inizio di marzo (seguendo un link pubblicato nel sito dell’università di Roma), ma sono sotto contratto con Lionbridge.
    Mi vengono richieste come minimo 10 ore settimanali, che non sono semplicissime da gestire dato che ho già un lavoro a tempo pieno…
    Nel mio caso devono ancora spedirmi, a distanza di quasi due mesi, il PO number, ovvero la posizione contabile, senza la quale non posso nemmeno spedire gli invoice.
    Questo problema con la P. IVA mi è già stato anticipato da altre persone ma al momento non so nulla di più dato che, come dicevo, per ora non mi è ancora possibile fatturare. Ho comunque un amico che lavora con loro da diversi mesi e nel suo caso la partita iva non era necessaria… Non so se poi abbiano cambiato qualcosa.
    ciao!

  25. A tutti coloro che cercano informazioni sull’IVA in fattura. Un commercialista mi ha detto che, essendo la nostra partita IVA per servizi alle aziende, non viene emessa IVA in fattura perché l’azienda (Lionbridge, o chi altro) è di Dublino, quindi viene ritenuta FUORI CAMPO, Art 7. Cercate IVA, servizi, fuori campo, articolo 7, io qualcosa su internet ho trovato, ma ora non so dove l’ho salvato.

  26. Per Matteo,
    sono anch’io con lionbridge da qualche giorno, tu che sperimenti da marzo, sai dirmi qualcosa su P.iva, sulla ricezione puntuale o meno dei pagamenti, ecc…
    grazie 1000 in ogni caso
    ciao

  27. Oggi ho avuto un offerta per questo lavoro che ho prontamente rifiutato.. sapete quanto pagano? 10 euro lordi l’ora… con al postilla le tasse vedi tu come te le vuoi pagare…

    In buona sostanza è un lavoro a ore dove ti danno un tot di pagine da verificare entro un dato lasso temporale( a cottimo quindi!!) per un minimo di 10 ore e un massimo di 20..

    ok sono da 400 a 800 euro lordi al mese ma poi le tasse te le devi gestire tu se ti ammali non becchi nulla non hai nessuna garanzia a tua tutela… tu lavori per una miseria e dopo 3 mesi non ti rinnovano il contratto ma passano avanti…

    p.s. il contratto è irlandese

    Altri paesi sono pagati dai 20 ai 30 euro lordi ( ma le tasse sono meno pesanti altrove)..

    insomma ci considerano come un terzo mondo da sottopagare…lo ritengo offensivo…

  28. ciao,
    io sto seguendo la procedura x fare l’esame con lionbridge ma dopo aver letto questo forum non sono piu tanto sicura!!! qualcuno vuole raccontarmi qualcosa di preciso sulle tasse se lo sa? io vorrei fare sto lavoro solo per qualche mese se riesco ma non vorrei che fossero piu i casini burocratici da sbrigare che il guadagno, seppure poco, alla fine…
    grazie

  29. Ciao
    Io lavoro come rater da un anno per Lionbridge e devo ammettere che, nonostante la paga un po’ bassina, mi trovo bene. Tieni comunque presente che non hai spese di trasporto, sia in termini di costi che di ore, legati al fatto che puoi lavorare tranquillamento da casa.
    E’ richiesta l’apertura di una partita IVA, che non viene comunque emessa in fattura (nè deve essere pagata al fisco), come descritto da Laura (vedi messaggio del 9 Maggio). Personalmente ho aperto una partita IVA con regime agevolato per le nuove attività (praticamente per i primi tre anni di attività si pagano meno tasse, e dopo i tre anni si passa al regime normale), che mi è sembrata la scelta più conveniente; la pratica burocratica è semplicissima, l’unica magagna essendo le code interminabili che si fanno all’Agenzia dell’Entrate per poterla richiedere. Se però hai intenzione di fare questo lavoro solo per un periodo limitato, è probabile che tu riesca a cavartela senza apertura della partita IVA, intendendola come attività occasionale (ma ti conviene chiedere a qualcuno più esperto: i forum su http://www.fiscoetasse.com sono abbastanza utili a questo riguardo e soprattutto gratutiti!!).
    Per quanto riguarda il tipo di lavoro, dopo una prima fase di rodaggio, diventa piuttosto semplice, quasi automatico, a volte anche un po’ alienante (ma questo è un problema comune a quasi tutte le forme di telelavoro: si è un po’ soli). Tuttavia, se lo fai giusto per arrotondare, ha i suoi vantaggi.

    Ciao
    Minni

  30. Salve a tutti piacerebbe molto anche a me svolgere l’attività di quality rater potreste indirizzarmi darmi un e mail o un qualsiasi contatto per contattare questa agenzia ?Ve ne sarei molto grato vi lascio la mia e-mail Grazie a tutti [email protected]

  31. Io ho aperto la partita iva e mi sono iscritta al registro imprese. Ho chiesto all’ufficio dell’entrate, non si pagano tasse se non si superano i 7000 euro l’anno. A marzo vanno consegnati gli invoice, non si deve pagare l’iva, ma l’inps è obbligatoria, arriva in tre rate annue a partire da aprile/maggio.

  32. Ciao
    Sono attratta dalla figura Quality Rater e mi piacerebbe praticarla.
    In quale/i link dovrei candidarmi?
    Qul’è l’iter per diventarlo?
    In cosa consiste l’esame per diventare Quality Rater?
    Vi lascio la mia e-mail: [email protected]
    Grazie 1000

  33. ciao a tutti
    sto preparando l’esame. Personalmente ho precisato che non ho PI e che non intendo aprirla perchè costa troppo e non conviene. Ho detto loro che possono pagarmi in ritenuta d’acconto e che le tasse del 20% le pago io. Così sono 8 euri l’ora. Inoltre se si superano i 5mila euro lordi/anno è necessario pagare l’INPS ma non so se i 5mila sono esclusi o bisogna aggiungerli alla somma che eccede. Loro mi hanno risposto che va bene. a questo punto aspetto.

  34. Per Cristina:

    Ciao,
    dovrei preparare lo stesso esame che stavi preparando tu qualche mese fa. Posso chiederti come si è risolta la questione contributiva?

  35. Salve, sono stata quality rater er circa 2 anni. Quello che voglio dire è molto semplice: prendete questo lavoro come precario e anche più,gli stipendi arrivano a fantasia e tanto altro. I “datori di lavoro” non sanno assolutamente cosa sia la professionalità e si viene licenziati nel giro di 24 hr senza una motivazione valida. In bolla al lupo anzi…al leone!!!!!

  36. mi sono informata all’ufficio delle entrate, bisogna obbligatoriamente aprire la partita iva. La società paga regolarmente dopo due mesi a seconda del lavoro svolto.

  37. Ciao,
    Io sto aspettando il materiale per poter preparare l’esame con questa società di Dublino. Per me sarebbe una lavoro per arrotondare, già lavoro su internet part time nella società con i miei fratelli (con la quale abbiamo partita iva) e poi ho sempre aperta una posizione con p.iva di una ditta individuale che pensavo di chiudere.
    Io credevo che pagassero con prestazioni d’opera con ricevuta d’acconto..anche perchè nel loro contratto non parlano di partita iva. Infatti se si fattura all’estero a regola l’iva non c’è..
    Voi quindi come fatturate effettivamente? Io tra le altre cose pago già l’inps con la mia attività principale, quindi a regola non devo ripagare l’inps anche per queste fatturine. A regola dovrebbe essere così.

  38. Salve ragazzi, qualcuno lavora ancora o ha appena iniziato a lavorare per questa società??? Lavorate con partita iva oppure basta la ricevuta d'acconto? Sarei grata se qualcuno mi facesse sapere qualcosa…in ogni caso contatterò un commercialista.
    Grazie a chi risponderà

I commenti sono chiusi.