Architettura dell’informazione per blog, cambiamo il modo di pensare

Scritto da Tiziano Fogliata

La stragrande maggioranza dei blog presenta i contenuti nello stesso identico modo: un ordine cronologico inverso grazie al quale vengono evidenziati i contenuti appena pubblicati e via via “nascosti” quelli meno recenti. Tutti i vari sistemi di content management per blog ragionano in questa maniera e tendono a presentare questa struttura in attraverso tutti i template che vengono proposti agli utenti.

Quasi inconsapevolmente, anche quando si crea un template per un blog partendo da zero, si tende a riprodurre questa struttura: il post più recente in alto e quello più vecchio in basso.

Pensandoci bene però, una struttura simile può andar bene per blog che si occupano essenzialmente di notizie ma per tutti gli altri potrebbe essere più indicata una struttura che evidenzia i migliori contenuti, non solamente i “più freschi”.

Del resto bisogna anche considerare che, chi segue il blog attraverso un aggregatore, ha già una visione in ordine cronologico del sito, quindi potrebbere essere utile presentare i contenuti in maniera differente quando questi visitatori arrivano sul sito.

Voi avete opinioni al riguardo? Preferireste un blog organizzato in maniera differente o pensate che l’ordine cronologico sia la migliore soluzione possibile per un blog?

Link: Why Everything You Think You Know About Blog Architecture is Wrong di Chris Pearson.

Se ti è piaciuto e hai trovato utile questo articolo, eccone altri che potrebbero interessarti

Nessun articolo correlato

7 commenti su “Architettura dell’informazione per blog, cambiamo il modo di pensare”

  1. Che il classico sistema di navigazione dei blog sia il migliore al mondo é ovviamente falso! Ho personalmente verificato che quando gli articoli escono dalla pagina, perdono moltissima visibilità e gli utenti tendono a trascurare le successive, anche se il link “articoli precedenti” é ben visibile!
    Se si mettono 15 articoli sulla home, ad esempio, facilmente gli utenti interessati li leggeranno, ma se gli stessi 15 articoli saranno frammentati in piu’ pagine, piu’ facilmente verranno tenuti in considerazione solo quelli presenti sulla prima.
    Bisognerebbe implementare sempre una barra di navigazione per facilitare l’accesso agli articoli e, magari, spiegare ai lettori come utilizzare categorie e archivi..
    La prima piattaforma di blogging che proporrà una soluzione innovativa per la navigazione e la ricerca dei contenuti, sarà il nuovo standard del futuro. Io non ho ancora trovato niente di originale.

    Rispondi
  2. Bisogna anche tenere in considerazione che la maggior parte degli utenti non concepisce nemmeno la distinzione tra blog e “siti normali” quindi o si realizza una home page “stile portale” mettendo il maggior numero possibile di contenuti, magari organizzati in categorie oppure, come dici tu, si rischia che la maggior parte dei contenuti vadano persi e vengano raggiunti solo attraverso i motori di ricerca.

    Rispondi
  3. beh, nel mio blog ho tentato di fare qualcosa di diverso.. cmq e’ vero che i post vecchi scompaiono.. pero’ sta al blogger fare lavoro di “marketing” dei propri articoli.

    Rispondi
  4. Certamente, sono d’accordo col fatto che sta all’autore non farli scomparire. Per quanto riguarda il tuo blog, hai avuto una buona idea a sviluppare i contenuti su due colonne. Trovo però poco chiara la distinzione “from the web” e “from me”.

    Rispondi
  5. Io su qix ho dei box in alto a destra con gli articoli in evidenza, e funzionano bene. Prima o poi mi decido a estenderli, magari andando ad occupare anche lo spazio principale.

    Bella segnalazione Tiziano, non sarebbe male farla diventare una discussione (come ha iniziato a fare Alberto Mucignat) e magari fare qualche esperimento.

    Rispondi
  6. Io sono disponibile agli esperimenti, anche perché l’argomento mi interessa molto :)
    Anch’io (su http://www.motoricerca.net) ho adottato il sistema degli articoli in evidenza.

    Ho notato inoltre che su qix non mantieni in colonna l’elenco con gli ultimi post ma preferisci elencare quelli appena usciti dalla home page. Pure io ritengo che posizionare in un menu laterale gli stessi titoli che vedi in home è inutile e ripetitivo ed infatti sui miei blog ho agito di conseguenza.

    Rispondi
  7. In effetti la struttura andrebbe pensata in base al tipo di blog. Certo che un blog più tecnico è più probabile che sia seguito attraverso i feed mentre uno che tratta di politica o di costume ha una percentuale minore di lettori via feed.

    La struttura del sito però secondo me dovrebbe cercare di agevolare il reperimento dei contenuti anche una volta che sono usciti dalla home page. Quindi il dibattito non va impostato solo su ordine cronologico si / ordine cronologico no.

    Rispondi

Lascia un commento