Come spostare gli articoli di WordPress in una nuova categoria o in un tag

Scritto da Tiziano Fogliata
Aggiornato il

Quando si pianifica la struttura dei contenuti, soprattutto per quel che riguarda tag e categorie in un nuovo blog, non sempre viene effettuata la scelta migliore. Dopo un po’ di tempo, può infatti capitare che alcune categorie risultino ricche di post mentre altre non vengano più alimentate con nuovi contenuti da diversi mesi. Spesso il motivo risiede nella creazione troppo frettolosa di un elevato numero di categorie, che col tempo si sono rivelate superflue.

Per rimettere un po’ di ordine nel blog, può quindi essere utile provvedere ad accorpare i vecchi contenuti all’interno di categorie esistenti oppure in una nuova categoria.

Se i contenuti da spostare sono relativamente pochi si può ovviamente procedere ad effettuare manualmente tale operazione, assegnando la nuova categoria ai post che si desidera spostare e cancellando poi la vecchia categoria.

Nei casi in cui i post da spostare dalla vecchia alla nuova categoria siano piuttosto numerosi, può essere utile un plugin come Bulk Move. Una volta installato e attivato questo plugin, è sufficiente visualizzare la pagina “Bulk Move” che si trova nella sezione Impostazioni di WordPress per effettuare le operazioni di migrazione:

Come potete vedere nella figura riportata qui sopra, basta selezionare la categoria di origine nel menu di sinistra e quella di destinazione nel menu di destra. Dopo aver cliccato il pulsante “Bulk Move” verranno avviate le operazioni di modifica al database per assegnare i post alla nuova categoria. Una volta che le operazioni saranno terminate la vecchia categoria risulterà priva di post e potrà essere cancellata.

Questo plugin consente di:

  • spostare gli articoli da una categoria all’altra:
  • spostare gli articoli da un tag ad un altro;
  • spostare gli articoli associati a una categoria associandoli a un tag;
  • effettuare operazioni di spostamento anche tra tassonomie personalizzate e custom post type.

Per evitare problemi, sarebbe opportuno applicare un redirect 301 in modo che le eventuali pagine della vecchia categoria non generino un errore di tipo 404.

Eliminare gli articoli anziché spostarli

Se l’esigenza invece non è tanto quella di spostare gli articoli da una categoria o da un tag ad un altro, ma quella di procedere a una cancellazione di massa di numerosi articoli, allora la soluzione è un altro plugin (creato dallo stesso autore di Bulk Move) che si chiama Bulk Delete.

Grazie a Bulk Delete è possibile cancellare più post con una sola operazione, selezionandoli in base:

  • alla categoria di appartenenza;
  • si tag utilizzati;
  •  a una tassonomia personalizzata;
  • in base al custom post type;
  • in base al loro URL;
  • in base al loro stato (bozza, in attesa di approvazione, pubblicati…)

Inoltre, è anche possibile usare dei filtri, in modo da limitare la ricerca ai post pubblicati prima o dopo una certa data e altro ancora.

Si tratta insomma di uno strumento prezioso per effettuare interventi di pulizia massiva sul proprio sito.

Articoli che ti suggerisco…

9 commenti su “Come spostare gli articoli di WordPress in una nuova categoria o in un tag”

  1. Non male come utility, specie se non si vuole maneggiare direttamente sul mysql. Per quando riguarda i permalink, il problema del redirect ce l’hai solo se nel permalink hai le categorie, altrimenti si fila dritti :) Grazie.

    Rispondi
  2. Ciao Tiziano, sono una fan di Cavoletto di Bruxelles ed è grazie a lei che sono venuta a conoscenza del tuo libro, che ho prontamente acquistato nel momento in cui ho deciso di dare una svolta al mio blog aperto l’anno scorso. Ti faccio i complimenti perchè trovo che tutti i tuoi articoli siano molti chiari e di facile comprensione. Tuttavia ho un problema con i Plugins: non riesco ad installarli. Non vedo proprio la voce “plugin” sulla tendina sinistra della pagina amministratore del mio blog e non riesco a trovare una soluzione da sola. Please help the ingnorance! Grazie.

    Rispondi
    • Ciao Sara, ti ringrazio per i complimenti :)

      Per quanto riguarda il tuo blog, stai lavorando con una versione di WordPress che hai installato tu oppure con un blog aperto su WordPress.com ?

      Rispondi
      • Eheh.. bella domanda! Ora che mi poni davanti a questo bivio, forse inizio a capire molte cose… Penso che stia lavorando su un blog su WordPress.com, perchè in effetti non mi ricordo di aver mai seguito particolari procedure di installazione (descritte nel tuo libro). Io pensavo che ciò fosse perchè sul computer uso il sistema operativo Ubuntu di Linux, il quale trovo che in genere semplifichi molto l’installazione e l’utilizzo di diversi programmi, pur essendo io un utente pressochè privo di conoscenze tecniche informatiche. Forse anche questo può essere un fattore determinante nell’utilizzo delle potenzialità di WordPress?

        Rispondi
      • Ciao Sara,
        sicuramente la versione su WordPress.com è più limitante perché non hai il pieno controllo del sistema: non puoi installare plugin e non puoi personalizzare più di tanto il tema, tanto per citare due delle limitazioni principali. Però per iniziare a prendere confidenza con lo strumento può andare più che bene.

        Rispondi

Lascia un commento