Template WordPress: perché scegliere un tema come Thesis per il tuo sito

Costruire un tema WordPress non è un'operazione semplice

Realizzare un tema per WordPress è un’operazione complessa e delicata

La scelta di un template per WordPress non è quasi mai un’operazione semplice. Come in tutte le situazioni nelle quali la scelta è ampia, la confusione aumenta ed è più facile commettere degli errori.
Scegliere un tema per WordPress valutando esclusivamente il lato estetico può riservare delle spiacevoli sorprese in molti casi. Un tema può ad esempio essere esteticamente accattivante, ma poco personalizzabile. Può sembrare estremamente flessibile ma nascondere una complessità di gestione in fase di inserimento dei contenuti tale da rendere la creazione di un nuovo post un’operazione snervante.

Il mercato offre una gamma incredibilmente ampia di soluzioni, sia gratuite sia a pagamento. Esistono temi per tutti i gusti e per tutte le tasche. Ci sono temi pensati per esigenze specifiche ed altri concepiti come una base sulla quale costruire la propria soluzione personalizzata.
Thesis, il tema oggetto di questo post, ricade proprio in questo ultimo ambito.

Il tema Thesis per WordPress

Thesis non è solamente un tema, ma è più corretto definirlo un framework col quale sviluppare template per WordPress. Thesis non è un tema gratuito ed è disponibile con due licenze: una definita Personal che costa $89 ed un’altra chiamata Developer che costa $164. La prima consente di installare Thesis su un solo dominio, mentre la seconda permette l’installazione su più siti (dello stesso proprietario).

Anche se il termine framework può spaventare, questo non significa che una volta scaricato ed installato Thesis è necessario mettere mano al codice per realizzare un tema.
Uno dei vantaggi di Thesis infatti è quello di offire una solida interfaccia di amministrazione che permette di effettuare una notevole quantità di personalizzazioni senza dover minimamente mettere mano al codice, sia esso HTML, CSS o PHP.

Essendo però un framework, Thesis richiede però una fase di apprendimento per poterlo sfruttare al meglio. Se infatti sei abituato a mettere mano a file come sidebar.php, header.php o footer.php, presenti nei template per WordPress tradizionali, su Thesis ti troverai inizialmente un po’ spiazzato, dato che tali file non sono proprio presenti.

Il fatto però che non siano presenti e modificabili dall’utente, non significa però che Thesis non sia facilmente modificabile. Anzi, al contrario, uno dei vantaggi di Thesis è quello di rendere le modifiche molto più semplici e soprattutto costringe (in senso buono) l’utente ad adottare una metodologia più corretta e ordinata.

Concetti base del tema Thesis per WordPress

Il tema Thesis è costituito da una serie di file e directory che contengono le varie funzioni che permettono al tema di svolgere il proprio lavoro. Tali file e tali directory non devono essere modificate dall’utente. L’unica directory da utilizzare per le modifiche è quella denominata “custom”, all’interno della quale troviamo i file:

  • custom_functions.php
  • custom.css
  • layout.css

e le cartelle:

  • cache
  • images
  • rotator
Il contenuto della cartella Custom di Thesis

Il contenuto della cartella Custom di Thesis

Salvo casi particolari, gli unici due file sui quali l’utente può intervenire per effettuare delle personalizzazioni sono: custom_functions.php e custom.css. Il primo consente di inserire funzioni e codice PHP, mentre il secondo consente l’inserimento di CSS personalizzati. Il file layout.css viene automaticamente aggiornato da Thesis, in base alle impostazioni effettuate tramite l’interfaccia di amministrazione del tema stesso e quindi non va toccato dall’utente.

La cartella cache serve essenzialmente per conservare le miniature delle immagini generate da Thesis. La cartella images, come suggerisce il nome stesso, è bene utilizzarla per caricare delle immagini personalizzate che si vogliono utilizzare per il tema. La cartella rotator al momento non è importante e la affronteremo nel corso dei prossimi articoli.

La comoda interfaccia di amministrazione del tema Thesis per WordPress

E’ innegabile che uno dei principali punti di forza del tema Thesis è rappresentato dalla sua interfaccia di amministrazione che è allo stesso tempo estremamente potente ma contemporaneamente facile da utilizzare.

Attraverso questa interfaccia è possibile personalizzare sia il comportamento sia l’aspetto del tema. E’ infatti possibile stabilire il numero di colonne, la loro larghezza e la loro disposizione.

Disposizione delle colonne nel tema Thesis per WordPress

Usare un layout a 1, 2 o 3 colonne con Thesis

Si possono impostare numerose opzioni per quel che riguarda l’ottimizzazione per i motori di ricerca.

opzioni SEO con il tema Thesis

Alcune delle numerose impostazioni SEO disponibili

E’ possibile definire quali voci far apparire accanto ad ogni post.

Scelta delle voci per le anteprime degli articoli

Scelta delle voci per le anteprime degli articoli

Si possono stabilire font e colori utilizzati sul sito.

scelta dei colori e dei font del menu di navigazione

Scelta dei colori e dei font del menu di navigazione

E molto altro ancora.

Librerie JavaScript disponibili con Thesis

Scelta delle librerie JavaScript disponibili con Thesis

Scopri l’articolo dedicato alla gestione SEO delle pagine dei tag e delle categorie con Thesis.

Iscriviti alla newsletter gratuita per ricevere consigli utili direttamente nella tua casella di posta

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.

Lascia un tuo commento, puoi partecipare anche usando uno dei tuoi profili social

Puoi inoltre condividere la discussione anche su Facebook e Twitter

  • http://www.gurify.it Andrea Di Rocco

    Ciao Tiziano,
    Stavo guardando Thesis proprio l’altro giorno e questo post mi è stato molto utile per capire piu a fondo la potenza di questo framework. Non ti nascondo che aspetto a questo punto i prossimi post per capire più a fondo il suo potenziale.
    Nel frattempo ho postato una domanda su Quora dove chiedo la differenza principale fra Thesis e Genesis e quale framework sia migliore per creare e gestire un sito contenente blog + ecommerce (prodotti digitali). Ti metto il link alla domanda su Quora, se sai darmi una risposta mi faresti un gran piacere http://www.quora.com/WordPress/Thesis-vs-Genesis-Which-is-more-flexible?__snids__=40835296

    Grazie!

    • http://www.creailtuoblog.net/ Tiziano

      Ciao Andrea,
      io utilizzo sia Thesis che Genesis e ti posso dire che sono due ottimi framework che presentano però logiche profondamente diverse.
      Thesis offre molte più funzioni di personalizzazione nel backend di WordPress, quindi senza dover mettere mano al codice, mentre Genesis da questo punto di vista è un po’ più essenziale.
      Genesis però dal mio punto di vista è sicuramente più flessibile e ti permette ad esempio di scegliere in maniera più facile il layout di ogni singola pagina.
      Se punti ad una maggiore flessibilità io ti consiglio sicuramente Genesis.

  • Enrico Fratin

    Salve, complimenti per l’articolo, in effetti è molto utile e chiarificatore :)

    Avrei, se possibile, una domanda:

    Thesis funziona come Genesis, ossia Acquisto del framework + 1 o più temi Child acquistabili a parte?

    Io avrei la necessità di creare 4 nuovi siti in WordPress per l’azienda per cui lavoro, più un loro doppione in una seconda lingua (totale 8), mi conviene secondo te (non avendo tra l’altro competenze di programmazione) comprare il pacchetto di 164$ per fare tutto questo?

    Grazie in anticipo

    Enrico

    • http://www.fogliata.net/ Tiziano Fogliata

      Ciao, prima di tutto faccio presente che questo articolo era relativo alla vecchia versione di Thesis. La versione attuale non mi ha mai convinto, per questo motivo sono passato a Genesis, che tra l’altro ha un sistema di licenze molto più vantaggioso.