Non abbiate paura di provarci e di fallire

Scrivere per il blog di Tiziano è per me un onore ma anche un’opportunità che non vorrei sprecare.

L’Italia non è terra di startup. Mi spiego meglio, l’Italia è terra di creatori e innovatori, di artisti e di geni che hanno dato all’umanità il meglio di sé in tutti i tempi, anche nel presente a dire la verità.
I tempi del mentore che prendeva l’artista discolo e gestiva la sua genialità affrontando anche aspetti psicologi e personali difficili, sono parte della storia e non del presente.

Oggi si investe in Italia solo quando il business plan evidenza un rientro immediato e quindi se si ha la “garanzia” di fare quattrini nel breve.

Le startup non funzionano così. Senza una massa critica, una community, non si può delineare un business plan vero. Basare un progetto di business solo su ipotesi di mercato a mio avviso non è una garanzia. Vuol dire continuare a puntare su modelli assodati e testati e a questo punto penso: meglio avviare una pizzeria o continuare a cercare l’innovazione dove il fallimento non è un rischio ma una certezza?

Bisogna fallire, i bambini imparano a camminare cadendo, i matrimoni più solidi hanno vissuto periodi oscuri (parola di divorziato) e da questa esperienza hanno vinto, ma il traguardo è sempre e solo alla fine, ricordatevelo.
Sono sicuro che molti startupper italiani ci voglio provare, tra questi mi conto anch’io. Gli investitori vogliono fallire? Sicuramente no. Lascio a voi le riflessioni.

Ed ecco che arrivo al motivo di questo post. Vi invito a fallire insieme a me, a provarci insieme. Come? Ho creato uno strumento che rende il lavoro di web designer divertente e a portata di tutti. In tanti mi hanno già detto che è un copycat di altri due prodotti americani. L’innovazione, come ho scritto in un altro mio post, non parte sempre sempre da un’idea originale ma da un originale modo di reinventare questa idea.

Con il mio strumento, che si chiama Clapps, da cloud apps, potete creare in pochi secondi (minuti per i più impegnati) un vostro sito personale a costo zero. Se venite a provarci con me, insieme possiamo farlo crescere come vogliamo. La mia è una startup aperta a tutti. Il vostro contributo sarà la base dell’innovazione in una nuova era del web design!

Vi aspetto su Clapps.me!! Grazie tixx per l’ospitalità!

L’autore di questo post è Johnnie Maneiro. Per saperne di più su di lui ti invito a visitare la pagina: http://clapps.me/johnnie.maneiro

Iscriviti alla newsletter gratuita per ricevere consigli utili direttamente nella tua casella di posta

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.

Commenti

    • Avatar autore del commentoJohnnie Maneiro dice

      Ciao Enrico, grazie! Qualcuno mi ha criticato pensando che io fossi contrario al Business plan, la mia era solo una provocazione! Un business plan realistico è molto difficile da delineare e servono tempo, numeri, dati, ecc ecc!
      grazie!!

      • Avatar autore del commentoMorris Mazzoni dice

        Business plan…. A luglio al termine di un colloquio, ho ricevuto l’incarico di preparare un business plan per studiare la fattibilità di una ipotesi di lavoro appena nata. Non sapevo nemmeno che cosa fosse un business plan. Una volta compresa la enormità dell’impresa, dovuto comprare Business Plan Pro della Palo Alto… per smontare il compito in tanti pezzi più piccoli. Tre settimane di ricerce deliranti, cquisto di tesi di laurea … Mi sono presentato con un business plan non perfettamente completo … ma il risultato è stato positivo … ed il progetto comincia a muovere i primi passi ( http://youtu.be/vebYbXcAVUc ) Ho avuto la fortuna di incontrare interlocutori dalla mente aperta e una società in grado di poter affrontare lil rischio d’impresa. E il rientro non sarà immediato :-)

  1. Avatar autore del commentoZep dice

    Complimenti per l’articolo! Condivido in pieno!
    Sono stato sia investitore che startupper e vederla da tutti e due i punti di vista mi e’ stato molto utile per crescere e migliorare. Quindi spero di dare un contributo al tuo articolo aggiungendo: provare ad essere sia startupper che investitore, riuscire a fallire e a rialzarsi in entrambi i casi, avvicinera’, chiunque abbia il coraggio di provarci, verso il vero successo!

    E ovviamente mi sono iscritto su Clapps! =)

  2. Avatar autore del commentoLG dice

    Per intanto mi sono registrato e adesso mi ci metto.
    L’inglese avrebbe bisogno di alcune limatine… Però un bel lavorone per il momento. Pronto a doverne ancora fare un botto?

    • Avatar autore del commentoJohnnie Maneiro dice

      Grazie LG! ma sei quello degli elettrodomestici? :D Sto facendo controllare tutto con un madrelingua, serve anche per creare le versioni in lingue: Italiano, Spagnolo, ecc. Grazie del consiglio!!
      ps. un lavorone si, tanta fatica :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *