Al Cisco Expo 2008 si parla dell’importanza della meritocrazia

Tavola rotonda al Cisco Expo 2008Luca De Biase, Caporedattore di Nòva24, modera una tavola rotonda sul tema: Collaborare, Innovare, Crescere. I partecipanti sono: Giorgio Bertolina (Amministratore Delegato, Italtel), Elio Fiorucci (Ideatore e Fondatore, Love Therapy), Alessandro Mondini Branzi (Amministratore Delegato, Nokia), Corrado Sciolla (Amministratore Delegato, BT), Marina Salamon (Amministratore Unico, Altana) ed il Prof. Giacomo Vaciago.

Ecco alcuni pensieri sparsi emersi nel corso della discussione:

La meritocrazia funziona in un sistema in cui i giochi sono ripetuti, come nello sport: non si vince e non si perde per sempre, c’è sempre la possibilità di rifarsi. In questo modo si riesce a diffondere la giusta cultura per far apprezzare la meritocrazia. La politica, come l’impresa deve essere permeata da questa cultura meritocratica. Non basta avere un nuovo piano per il Paese se non si cambiano anche l’organizzazione e la cultura. Se le persone restano sempre le stesse e se non si verifica un cambiamento di mentalità sarà impossibile rendere l’Italia una nazione di successo.

Il ministro Lanzillotta sottolinea quanto sia difficile fare delle riforme con un orientamento meritocratico all’interno della società italiana. Una società che, ad esempio, vede spesso i genitori come i “sindacalisti” dei propri figli. Ritengo però che se la politica riuscisse a spiegare bene gli obiettivi ed i percorsi da seguire e soprattutto a dare il buon esempio, gli italiani non mancherebbero di sacrificarsi per un futuro migliore.

Iscriviti alla newsletter gratuita per ricevere consigli utili direttamente nella tua casella di posta

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.

Lascia un tuo commento, puoi partecipare anche usando uno dei tuoi profili social

Puoi inoltre condividere la discussione anche su Facebook e Twitter